Vivere BIO: la raccolta differenziata

La raccolta differenziata è un sistema che ha come scopo il raggruppamento dei rifiuti, affinché possano essere riciclati.
Il cittadino ha il compito di raccogliere i rifiuti in cassonetti distinti per materia (carta, plastica, vetro, alluminio, ecc…) che saranno successivamente destinati ad appositi impianti, per essere puliti e depurati dall’eventuale presenza di materiali estranei.
Spesso però accade di trovarsi fra le mani un oggetto da dover cestinare senza sapere con precisione in quale cassonetto buttarlo.
Ecco una guida per rendere più semplice la raccolta differenziata.

A) Innanzitutto il primo passo utile è ridurre i rifiuti e per fa ciò è consigliabile:

-Evitare i prodotti usa e getta
-Scegliere prodotti con poco imballaggio
-Per la spesa al supermercato utilizzare borsine in tessuto, valide per essere utili anche altre volte
-Preferire i prodotti distribuiti alla spina
-Evitare stampe non necessarie dal computer
-Trasformare gli avanzi di cibo e gli scarti del giardino in compost, utile per ottenere un ottimo fertilizzante

B) In secondo luogo è importante differenziare i maniera corretta i rifiuti. Ecco uno schema utile:

PLASTICA

SI: bottiglie, borsine della spesa, scatole della pasta, cellophan per imballaggi, tubetti per prodotti di pulizia e igiene personale, carte di brioches trasparenti, carte di caramelle trasparenti, pellicole di cellophane, plastiche da imballaggio, polistirolo da imballaggio, sacchetti di plastica, vaschette del gelato, vaschette porta-uova trasparenti, barattoilini dello yogurt.
NO: piatti, bicchieri e posate di plastica, giocattoli, sedie in plastica, tubi e tutti gli oggetti di plastica che non sono imballaggi, tutti i rifiuti sporchi di residui di materiali organici o di sostanze pericolose.

CARTA
SI: giornali, fogli, quaderni, scatole, scatole del latte e dei succhi, sacchetti del pane, cartoni delle pizze, imballaggi di carta o cartone.
NO: carta unta o bagnata, piatti e bicchieri di carta, carta forno.

VETRO
SI: bottiglie, bicchieri, vasi.
NO: lampadine, neon, specchi.

ORGANICO E SCARTI DEL GIARDINO
SI: scarti della cucina, alimenti avanzi di cibo,segatura, semi, stuzzicadenti, tappi in sughero, tovaglioli di carta, erba, fiori, foglie e arbusti secchi.
NO: metalli, cenere, materiale non degradabile.

INDIFFERENZIATO
SI: piatti, bicchieri e posate di plastica, adesivi, cd, aghi, cosmetici, cotone, cotton fioc, giocattoli, cicche, penne, pentole, siringhe, spugne, stracci e tutto ciò che non può essere gettato in un preciso contenitore.
NO: rifiuti riciclabili, materiale incandescente.

MATERIALE INGOMBRANTE
SI: mobili, elettrodomestici, materassi.
NO: resti di demolizioni e ristrutturazioni edilizie; i materiali edili pericolosi.

MATERIALE ELETTRONICO
SI: piccoli elettrodomestici, apparecchi informatici, apparecchi per illuminazione, utensili elettrici ed elettronici.
NO: ciò che non può essere considerato apparecchio elettrico o elettronico.

C) Infine è possibile rendere la raccolta differenziata ancora più pratica attraverso:

-La riduzione del volume degli imballaggi prima di gettarli
-Un’accurata e precisa divisione dei prodotti composti da materiali diversi, affinché sia possibile gettare le varie componenti nel giusto contenitore
-Il risciacquo di plastica e vetro sporchi prima di gettarli

Rispondi

Continua a leggere