NO alla presenza di roditori all’interno delle case in legno

In tema di case prefabbricate in legno, una tra le maggiori preoccupazioni, riguarda il possibile attacco da parte di roditori. Tale pregiudizio risulta essere molto diffuso, anche se assolutamente infondato.
Innanzitutto è necessario fare una precisazione: quando parliamo di case prefabbricate in legno, non si vuole fare alcun riferimento alle casette per attrezzi, gli annessi, i box, ecc., ma si parla di edifici abitativi veri e propri, ancorati su platea di fondazione in cemento armato, realizzati attraverso tecniche costruttive che utilizzano il legno in forma massiccia o lamellare per l’edificazione di strutture portanti, insieme a pannelli isolanti di notevole spessore.

Il legno è molto protetto all’interno delle pareti, inoltre è coperto da uno strato di isolamento a cappotto intonacato che avvolge le facciate, proteggendole dagli agenti atmosferici e dal possibile accesso di roditori alla ricerca di riparo.
Una piccola e periodica manutenzione alla vostra casa in legno servirà a scongiurare totalmente la presenza di “falle” nell’involucro esterno e nella zona sottostante al cappotto isolante.

Scegliere ditte serie e competenti eviterà l’insorgere di sgradevoli sorprese e vizi costruttivi, pertanto è consigliabile diffidare delle aziende che offrono prezzi particolarmente bassi, poiché il legname utilizzato da alcuni costruttori non sempre risulta compatibile con le normative vigenti nel nostro paese, in quanto non soddisfa i requisiti minimi di stagionatura necessari per realizzare costruzioni solide e antisismiche, inoltre potrebbe contenere larve e uova di insetti oppure potrebbe essere trattato con sostanze nocive per la salute.

Rispondi

Continua a leggere