News Tecnologia Domotica

Berlino – Frigorifero touchscreen, lavatrice intelligente, cantina sotto controllo in tempo reale e la temperatura desiderata con un click a distanza. 

Così sarà la casa del futuro (per pochi privilegiati è già presente) secondo Haier, la società cinese punta da sempre molto sugli sviluppi della domotica e continua così a produrre elettrodomestici destinati a rivoluzionare la vita casalinga. 
Strategie e prospettive racchiuse nella Sm@rt Home presentata oggi a Berlino nell’antivigilia dell’Ifa 2013, la fiera dell’elettronica di consumo più importante del Vecchio Continente.
 
Al centro della casa del domani c’è il frigorifero touchscreen che presenta un pannello anteriore che, appena sfiorato, diventa completamente trasparente mostrando il contenuto senza dover aprire lo stesso frigo. 
Concepito per evitare sprechi e semplificare i rapporti tra i vari membri della famiglia, il frigo consente di scrivere e archiviare messaggi, immagini e anche brevi video. 
Così se vi state per andare a comprare il latte basta lasciare una nota digitale sul frigo (addio ai post-it cartacei) e comunicarlo al partner grazie al WiFi che connette il frigo intelligente. 
Non il primo prodotto da Haier, che già nel 2010 aveva lanciato l’Aft 630 IX, che integrava un display TFT touchscreen da 7 pollici, microfono e videocamera per lasciare videomessaggi ai posteri, ma un significativo passo in avanti quanto a efficienza, capacità e, visto che anche l’occhio vuole la sua parte, eleganza.
 
Tra i molteplici oggetti, alcuni del tutto superflui, spicca l’interessante cantina per monitorare a distanza e in tempo reale la quantità di vini presenti in casa. 
In caso di necessità si può verificare e variare la temperatura, mentre sfruttando una connessione Wi-Fi si può rimediare a eventuali mancanze e scoprire i segreti di ogni bottiglia (dai vigneti ai produttori).
 
Meno innovativa la lavatrice GAEA, attivabile a distanza e capace di rimediare a eventuali malfunzionamenti grazie al collegamento diretto con i tecnici Haier, che possono visualizzare il problema e intervenire direttamente o suggerendo le mosse per riparare il danno restando comodamente nei propri laboratori. Identico concetto presentato un paio di mesi fa da Samsung con la lavatrice 
Ecolavaggio Smart Wi-Fi. Discorso simile per il climatizzatore, controllabile via WiFi e quindi capace di fornire la temperatura desiderata e di interagire con l’uomo grazie ai sensori integrati in grado di riconoscere alcuni movimenti delle mani.
 
Tutto molto bello e intrigante, ma destinato a rimanere un sogno per diversi anni ancora. Haier non ha infatti rilasciato informazioni riguardo all’arrivo dei vari oggetti sul mercato. 

 

Rispondi

Continua a leggere