Nel Triveneto il 34% delle abitazioni è in legno

Grandi novità e grandi successi per la bioedilizia sono stati messi in luce al Convegno nazionale del legno da Assolegno e Assoimballagi, che ha dimostrato come l’edilizia a livello nazionale stia mutando, basti pensare alle tre regioni del Nord-Est (Veneto, Friuli Venezia Giulia e Trentino Alto Adige), che attualmente contano numerosissime costruzioni in legno: addirittura nell’ultimo anno la richiesta dei permessi per costruire tale tipologia di abitazione è stata pari al 34% delle richieste totali (solo pochi anni fa, più precisamente nel 2008, tale quota non arrivava nemmeno al 10%).

Il mercato delle abitazioni in legno è in rapida evoluzione, grazie innanzitutto alla stabilità, bellezza e sicurezza di queste case, grazie alla resistenza che tali strutture hanno dimostrato durante il disastroso terremoto dell’Aquila ed infine grazie all’introduzione dei pannelli in legno X-Lam, una particolare tecnologia che permette di realizzare edifici anche molto alti, e di poter inserire le strutture in legno anche in contesti altamente urbanizzati come le città.

In costante aumento sembrano essere le persone incuriosite da tale tipologia costruttiva, in grado di sostenere la sostenibilità ambientale e di garantire un notevole risparmio energetico, l’ideale sia per le nuove costruzioni che per le ristrutturazioni e sopraelevazioni su edifici già esistenti.

La casa in legno può rappresentare un’ottima alternativa a quella tradizionale in muratura, e può realmente diventare una realtà diffusa e apprezzata. Non bisogna farsi trasportare dalla diffidenza né dalla perplessità, poiché una casa in legno è a tutti gli effetti una strutture solida, antisismica, resistente al fuoco e ad ogni intemperia, inoltre garantisce un elevatissimo comfort abitativo: un ottimale isolamento acustico e un incredibile isolamento termico faranno della vostra casa il luogo ideale per vivere, risposare e trascorrere serate in compagnia.

Rivolgendosi ad aziende costruttrici serie avrete la certezza che il legno utilizzato sia di sicura provenienza e soprattutto certificato, ovvero proveniente da superfici boschive gestite e curate nella maniera più corretta e naturale possibile.

Rispondi

Continua a leggere