Legno: il materiale costruttivo migliore!

Gli italiani hanno ancora oggi un’idea di casa ancora molto legata al mattone, infatti a causa di scarsa conoscenza ed errata informazione si continua a credere che la struttura in mattoni sia quella più sicura e più solida.
E’ doveroso sottolineare come negli ultimi anni la “presunta superiorità” del laterizio sia stata messa in discussione da nuove tecniche costruttive che prediligono l’utilizzo del legno, un materiale totalmente naturale in grado di garantire ottime prestazioni in termini di comfort, sicurezza, tempi di costruzione e qualità ecologiche.

Una casa prefabbricata in legno dal punto di vista estetico appare identica alle altre abitazioni tradizionali, poiché a fare la vera differenza è la soddisfazione di chi ci abita, infatti tale tipologia costruttiva garantisce un comfort abitativo senza rivali: oltre ad un ottimale isolamento acustico è posaibile godere di un incredibile comfort termico che assicura un clima ottimale per ogni stagione, favorendo così il risparmio energetico e di conseguenza il risparmio in bolletta!

Il legno è un materiale naturale, ecologico e riciclabile che riporta ad un’altra dimensione del vivere e dell’abitare, è infatti una materia viva che respira insieme a noi e che ci permette di portare all’interno delle nostre case un po’ di quella natura che abbiamo lasciato fuori.

Il legno è in grado di di equilibrare il livello di umidità dell’aria interna, agendo come filtro che rilascia aria rigenerata nell’ambiente; inoltre riduce l’inquinamento elettromagnetico, le polveri e l’elettrosmog.

Vivere in una casa in legno non è solo una scelta intelligente, ma è scegliere uno stile di vita ecosostenibile, basti pensare che la produzione di un metro cubo di componenti in legno pronti per il montaggio richiede dagli 8 ai 30 kWh, per il cemento il fabbisogno sale a 150-200 kWh, per l’acciaio 5-600 e l’alluminio addirittura 800 kWh.
 Inoltre il confronto di prestazioni in termini di isolamento è incredibile: per raggiungere lo stesso valore di isolamento termico per una parete in legno di 10 cm un muro di mattoni dovrebbe avere uno spessore di 54 cm. Se si ha a che fare con una casa di 100 m2 lordi questo risparmio di materiale si traduce in un guadagno di volumetria di circa 7-8 mq.

Per quanto riguarda la durata e la resistenza di tali strutture è doveroso fare riferimento ad una ricerca condotta in Germania dalla Technische Universität di Braunschweig che ha dimostrato che una casa in legno sottoposta a manutenzione ordinaria ha una durata minima di 100 anni, nonché una durata equiparabile a quella prevista per una casa realizzata con materiali tradizionali.
Il legno non marcisce a causa dell’umidità, ma può avere problemi per la formazione di condensa, pertanto sarà molto importante prevedere la posa di materiali traspiranti, affinché possano consentire il passaggio del vapore e la sua rapida evacuazione.

Numerosi sono i vantaggi che può offrire una casa in legno, di seguito ne ricordiamo i 5 più importanti:
1. Per costruire un edificio in legno si utilizza un materiale rinnovabile, abbondante e proveniente da foreste certificate. Un materiale che immagazzina CO2 e quindi contribuisce a salvaguardare il clima. Un materiale che grazie alle sue naturali qualità isolanti permette di riscaldare e raffrescare gli edifici con pochissima energia.
2. La costruzione di una casa prefabbricata è molto berve, per una struttura dalle dimensioni medie sono sufficienti 4-5 mesi.
3. Le costruzioni in legno sono antisismiche, poiché il legno è un materiale leggero, elastico ma nel contempo molto resistente.
4. Niente paura in caso di incendio! Il legno brucia lentamente e ciò scongiura il pericolo di crolli improvvisi, garantendo il tempo e la sicurezza necessaria per evacuare.
5. Se ben progettata e ben costruita, una casa in legno può durare anche secoli.

Rispondi

Continua a leggere