La ricerca del terreno

La scelta del terreno sul quale realizzare la propria casa è un momento molto importante, poiché potrebbe condizionare l’intera progettazione, che deve tenere conto delle caratteristiche del lotto acquistato.


Pianificare in maniera adeguata e precisa la realizzazione della propria abitazione significa fare attenzione a non commettere errori difficilmente rimediabili, poiché sarebbe disastroso progettare una casa troppo grande, per poi accorgersi dello sbaglio solo dopo aver ottenuto le necessarie autorizzazioni, in particolare lo sbaglio si amplificherebbe se si trattasse di una casa prefabbricata in legno ideata a regola d’arte.

Stabilire la capacità edificatoria di un lotto idoneo alla costruzione di una struttura prefabbricata non è mestiere affatto facile, poiché il calcolo deve essere effettuato mediante diverse metodologie in base a dei parametri previsti dallo strumento urbanistico vigente, diversi da Comune a Comune.
Le norme tecniche e i limiti di costruzione relativi ad una determinata zona geografica, vengono stabiliti tenendo conto della natura e dello sviluppo urbanistico del territorio circostante, ovvero la presenza e l’espansione dei centri storici, o delle zone industriali, commerciali ed agricole. I vincoli di altezza, gli allineamenti stradali e le distanze minime richieste sono solo alcuni dei parametri normativi.
Generalmente in ogni Comune italiano è previsto un Indice di Fabbricabilità Fondiaria (I.F) che consente di determinare il rapporto esistente tra il volume fabbricabile sul lotto e la superficie fondiaria totale, utile per valutare fino a quanto sia possibile realizzare edifici su quella zona.
Esistono anche altri parametri urbanistici che vengono adottati da altri Comuni, i quali non considerano il concetto di volume, ma preferiscono basarsi sulla Superficie Lorda di Pavimento (S.L.P) o sulla Superficie Utile Lorda (S.U.L.), fissando convenzionalmente a 3 metri l’altezza di un piano.

Quando il potenziale acquirente di una casa prefabbricata in legno decide di cercare un lotto edificabile si rivolge generalmente a dei tecnici specializzati di agenzie immobiliari alle quali delegano la ricerca. E’ molto importante rivolgersi ad un personale qualificato ed esperto, in grado di valutare il lembo di terreno ideale e la sua capacità edificatoria per poi sottoporlo all’attenzione del cliente che potrebbe decidere di acquistarlo.

Nel territorio italiano esistono ancora diversi lotti edificabili, ottimali alla costruzione di edifici, anche se talvolta in certe località si impone di sagomare l’edificio alla forma cittadina, ma fortunatamente la versatilità dei prefabbricati in legno consente una progettazioni molto vaste, su misura, frutto di studi ingegneristici perfettamente adatti alle vesti urbanistiche, e ai vincoli imposti. Per questo motivo il ruolo del progettista sarà fondamentale, poiché dovrà essere in grado di garantire una buona qualità urbana e nello stesso tempo la massima efficienza energetica per l’edificio, privilegiando le scelte razionali e il risparmio energetico.

Rispondi

Continua a leggere