La prefabbricazione

Chi decide di optare per una casa prefabbricata in legno sa di fare una scelta ecosostenibile, all’insegna del risparmio energetico e del rispetto nei confronti della natura, ma molte persone hanno ancora molti dubbi riguardanti il concetto di “prefabbricato”.
Cerchiamo di fare chiarezza…

Il termine “casa prefabbricata” è una traduzione letterale, ma poco significativa del termine tedesco “fertighaus”, il cui significato è molto più ricco, poichè tiene conto del processo di realizzazione molto preciso, controllato e particolarmente accurato, che avviene all’interno dello stabilimento, che denota qualità e precisione.

La prefabbricazione consiste nella preparazione fuori opera degli elementi costitutivi di una struttura, prevedendo la scomposizione dell’edificio nelle sue parti componenti, realizzate all’interno della fabbrica. 
E’ importante però sottolineare che ogni casa realizzata sarà unica ed individuale, infatti il processo di prefabbricazione si limita alla preparazione delle pareti esterne, dotate di isolamento interno, cappotto, intonaco, serramenti e persiane e delle pareti interne, già predisposte con le tracce degli impianti.

Eventuali solai lignei e la struttura del tetto sono realizzati in opera (dato che non sono prefabbricati) con gli elementi dell’orditura e dell’assito pretagliati e numerati, per questo motivo ciò che realmente si può definire “prefabbricato” non sono altro che le pareti.

E’ doveroso ricordare che il punto debole di un’abitazione tradizionale riguarda l’esecuzione dei lavori della struttura da parte delle maestranze, poiché anche l’intervento di un’ottima impresa non potrà mai riuscire a garantire un alto indice di precisione realizzativa, a causa di discontinuità tra i materiali, assestamenti, oltre all’eventuale errore umano, pertanto potrebbero notevolmente diminuire le prestazioni energetiche dell’edificio, a svantaggio dei consumi e del rendimento termico.

Montare in opera un serramento sembrerebbe una cosa semplice, invece si tratta di una delle operazioni più delicate anche in caso di una finestra di ottima qualità, poiché è sufficiente un’installazione poco accurata, seguita dalla realizzazione di una cornice in marmo, che si viene immediatamente a creare un ponte termico che annullerà l’effetto delcappotto isolante esterno.

Lavorando la struttura all’interno di uno stabilimento è possibile vigilare e verificare in maniera più accurata e precisa le lavorazioni, in questo caso il delicato procedimento di giunzione serramento-parete sarà meticolosamente controllato a seguito dell’installazione, affinché sia possibile verificarne la tenuta perfetta, testata e garantita.

Ricapitolando, i vantaggi di una struttura prefabbricata sono i seguenti:  
– maggiore rapidità di esecuzione della costruzione
– minor spreco di materiali
– riduzione della mano d’opera
– migliore qualità dell’edificio

Rispondi

Continua a leggere