La casa passiva

Una casa “passiva” è una struttura in grado di garantire un ottimale comfort termico in assenza o con una minima fonte energetica interna di riscaldamento. Un edificio passivo infatti non presenta nessun impianto di riscaldamento “convenzionale”, poiché in grado di assicurare l’ideale temperatura in ogni stagione dell’anno, sia d’inverno, sia d’estate.

Scegliere di trascorrere la propria vita all’interno di una casa passiva vuol dire vivere in armonia con l’ambiente e risparmiare sui consumi energetici e i vantaggi che se ne possono trarre vanno ben oltre l’impatto ambientale o i consumi pari a zero, poichè il benessere termico, il confort abitativo e i costi iniziali che verranno in futuro ammortizzati grazie al risparmio economico sulla bolletta, sono solo alcuni dei benefici che la scelta di una casa passiva può apportare nella nostra vita.



La capacità di un’abitazione di garantire il calore anche senza la necessità di un impianto di riscaldamento dipende soprattutto dalla quantità di calore apportato dai raggi del sole trasmessi dalle finestre, che dovranno essere installate a sud, nonché nella direzione maggiormente colpita dall’irraggiamento solare. La scelta delle pareti riflettenti di colorazione scura inoltre, permetterà di assorbire meglio i raggi del sole e di garantire di conseguenza un maggiore tepore.
In alcune casi, all’interno dell’intercapedine delle finestre a triplo vetro, è possibile inserire alcune sottili lastre di plexiglas prismatico in grado di riflettere l’irraggiamento solare che arriva diretto nella loro superficie, ma solo quando non si superano i 40°, questo perché l’illuminazione e il riscaldamento siano maggiori solamente nei momenti in cui si ha davvero la necessità di calore, evitando il surriscaldamento nei mesi estivi e favorendo la possibilità di non utilizzare i sistemi di climatizzazione per raffrescare l’abitazione.
Durante le ore notturne la casa passiva sfrutta il calore accumulato nella giornata, facendolo circolare nel momento in cui la temperatura è più alta rispetto a quella dell’ambiente interno. Ciò è possibile grazie al fatto che in tale tipologia di abitazione le pareti si caratterizzano per uno spessore maggiore rispetto a quelle tipiche delle case tradizionali, pertanto riescono ad accumulare maggiormente il calore del sole che successivamente verrà diffuso negli ambienti interni e conservato per merito dell’elevata inerzia termica dei materiali costruttivi completamente ecologici.

Per queste ragioni progettare e realizzare una casa passiva non è un lavoro semplice, anzi sono necessarie precise valutazioni e accurati studi che solo tecnici professionisti e qualificati sono in grado di svolgere.

Rispondi

Continua a leggere