La casa in legno è la scelta giusta!

La rapida diffusione degli edifici in bioedilizia a basso consumo energetico è una realtà che da diversi anni caratterizza l’edilizia italiana.
Sebbene il settore edile abbia risentito particolarmente degli effetti negativi della crisi economica che sta invadendo la nostra nazione, le strutture prefabbricate in legno sembrano rappresentare un’eccezione.

Con le case a basso consumo energetico è nata una nuova cultura del costruire, non si tratta solo di edifici dalla splendida estetica, ma si tratta di case ecologiche, rispettose nei confronti dell’ambiente, in grado di far risparmiare molta energia e di conseguenza abbassare il costo delle bollette.

La rapida evoluzione della giurisprudenza e il continuo aggiornarsi delle normative relative alle costruzioni, chiedono che siano rispettati determinati principi in materia di isolamento termoacustico, ecocompatibilità dei materiali, sicurezza ed antisismica e una risposata rapidissima sembra essere arrivata dagli edifici prefabbricati in legno che si adeguano senza alcuna difficoltà a tali richieste, attraverso l’impiego di strumenti semplici, efficaci e collaudati, che uniscono perfettamente la tradizione e l’innovazione tecnica.

In questo settore gioca un ruolo fondamentale la comunicazione commerciale rivolta all’acquirente finale, poiché l’utilizzo del legno in edilizia rimane ancora un argomento poco conosciuto, capace di far sorgere numerosi dubbi, pertanto sarà doveroso illustrare al cliente la metodologia costruttiva e i grandiosi vantaggi di tali edifici.
Le argomentazioni a favore delle case in legno appaiono solide e concrete, utili a mettere in risalto gli effettivi vantaggi e benefici tipici delle strutture ecologiche, primo fra tutti lo straordinario isolamento termico e acustico.
I rumori che provengono dall’ambiente esterno vengono assorbiti dai pannelli isolanti che rivestono le facciate, garantendo elevati standard di comfort acustico, mentre l’assenza di apporti freddi trasmessi per irraggiamento dalle pareti rende tangibile il benessere termico degli edifici in legno, poiché il legno è un pessimo conduttore di calore ed è in grado di offrire una sensazione di tepore naturale.
In una casa in legno non si avranno correnti né moti convettivi d’aria, questo perché gli impianti di riscaldamento e raffrescamento lavorano sempre al minimo e solamente in condizioni di forte freddo o forte caldo. Il legno è un regolatore naturale di umidità, capace di mantenere condizioni igrometriche naturali, evitando così di ricorrere all’utilizzo di impianti di deumidificatori.
 L’abbinamento con un sistema di ventilazione meccanica controllata può aiutare a migliorare ulteriormente la qualità dell’aria, garantendo un ricambio completo del volume in breve tempo, con minime perdite di energia.

L’acquisto di una struttura “chiavi in mano” garantisce all’acquirente elevate condizioni di benessere e salute, poiché per la realizzazione di case in legno generalmente non sono (quasi) mai presenti prodotti nocivi né vernici o colle tossiche.
Costruttori competenti e affidabili utilizzano prodotti naturali, certificati e di qualità, evitando l’impiego di sostanze chimiche che, rilasciate nell’ambiente potrebbero risultare tossiche per l’essere umano.

Rispondi

Continua a leggere