L’efficienza energetica

Oggi l’efficienza energetica di un edificio è obbligatoriamente prevista da diverse direttive comunitarie e leggi nazionali e regionali.
Tra le più importanti si ricordano:

– la direttiva 2010/31/UE relativa alle prestazioni energetiche nell’edilizia

– il decreto legislativo 192/2005 riguardante il rendimento energetico nell’edilizia

– il decreto legislativo 311/2006 che integra il decreto 192/2005

– il decreto legislativo del 26 giugno 2009 contenente le linee guida nazionali per la certificazione energetica degli edifici

Diverse sono le indicazioni contenute in tali normative riguardanti l’efficienza energetica.
In particolare si deve porre attenzione all’involucro, nonchè:

– alle pareti, che come il tetto devono avere requisiti termici in grado di assicurare, nello stesso tempo, l’isolamento termico e l’inerzia termica

– ai materiali e all’intero sistema di chiusura che devono mantenere una sufficiente traspirabilità utile ad ostacolare il formarsi di muffe e condense superficiali, pertanto sarà doveroso prestare attenzione al tipo e alla qualità dei materiali utilizzati e al dimensionamento degli isolamenti. Inoltre risulta necessario ventilare efficacemente gli ambienti interni (meglio se la ventilazione è ottenuta in modo naturale)

– agli infissi, che devono possedere le certificazioni idonee a garantire performance termiche conformi alla classe energetica scelta

– all’involucro degli edifici, che deve essere realizzato in maniera tale da non permettere la formazione di ponti termici.

Rispondi

Continua a leggere