La struttura portante realizzata mediante pannelli XLAM, è un sistema costruttivo innovativo, sicuro e dinamico che impiega pannelli di legno nella realizzazione di pareti, solai e diaframmi di copertura per qualsiasi tipo di struttura.
Il pannello XLAM di X-Lam proposto da Costruire Bio, è un prodotto ingegnerizzato in legno composto da almeno tre strati di tavole in legno di conifera reciprocamente incrociati ed incollati. Le tavole che compongono il pannello appartengono alla classe di resistenza minima C24 – S10.

Le tavole, preventivamente piallate e classificate, sono giuntate mediante giunti minidita, tipo finger joint, al fine di garantire la continuità strutturale tra lamelle che compongono i singoli strati.

La struttura del pannello ottenuta mediante incollaggio di tavole incrociate per elevata valenza prestazionale permette una totale stabilità dimensionale conferendo al prodotto una rigidezza che lo rendono adeguato agli impieghi strutturali più spinti.

L’incollatura è eseguita in qualità controllata E1 con colle prive di formaldeide. Prodotto soggetto a marcatura CE per prodotti da costruzione prevista dalla direttiva 89/106CEE e ss. mm., o qualificati secondo quanto richiesto dal § 11 del D.M. 14 gen. 2008. A richiesta possiamo garantire che tutto il legname utilizzato provenga da gestione forestale sostenibile (GFS) con certificazione di catena di custodia secondo lo schema PEFC e/o FSC.

Il pannello XLAM è ottimo come elemento parete, solaio e di copertura in edifici di tipo residenziale, anche multipiano, in edifici pubblici, asili e scuole, edifici commerciali, direzionali e logistici e in costruzioni ad elevata modularità.

Il pannello XLAM permette, grazie all’elevata ingegnerizzazione del processo produttivo, montaggi rapidi e di grande precisione, diminuendo i tempi di costruzione grazie alla posa a secco mediante connessioni meccaniche. La sua flessibilità di impiego garantisce infine grande possibilità di modularità e, grazie agli spessori strutturali ridotti, un forte beneficio in termini di superficie netta fruibile.

Il sistema “tetto ventilato” offre grandi vantaggi per il confort abitativo, la durata delle strutture e il risparmio energetico, posta fra il materiale coibente e la copertura, la camera di ventilazione assicura una circolazione dell’aria che migliora le qualità termiche dei tetti in legno.

In inverno la circolazione d’aria farà in modo che il materiale isolante rimanga asciutto evitando in questo modo la creazione di condense e garantendo la durata nel tempo degli elementi lignei del tetto ventilato; inoltre elimina l’eventuale calore ceduto dagli ambienti sottotetto ed evita lo scioglimento irregolare di un possibile manto nevoso, e quindi una caduta, per slittamento della neve al suolo.

Il movimento dell’aria nella camera di ventilazione è molto basso anche se consente lo stesso le funzioni descritte, per questo l’aria si comporta come un ulteriore strato isolante (l’aria ferma è universalmente riconosciuta come isolante).

In estate l’aria fresca che arriva dalla linea di gronda si riscalda nell’intercapedine per effetto dell’irraggiamento, diventa più leggera e fuoriesce, sottraendo il calore accumulato dal materiale di copertura, ciò garantisce un ambiente fresco.

tetto ventilato 2 I pregi del tetto ventilato in legno trovano il massimo soddisfacimento quando la copertura ventilata è realizzata su struttura portante lignea, a falda inclinata, il legno è un materiale naturale, traspirante ed aiuta a stabilizzare il tasso d’umidità relativa interna.

Un solaio di copertura di legno consente al vapore acqueo e all’aria viziata dell’ambiente di trasmigrare verso gli strati più esterni della copertura, l’adozione e rispetto di tutti gli accorgimenti assicura una maggior durabilità, che abbatte i costi e gli interventi di manutenzione, una maggior facilità nell’effettuare eventuali sostituzioni, un maggior perdurare nel tempo dell’integrità estetica del manto ed assoluta immobilità del manto.