ENEA propone il 55% plus, prestiti agevolati per risparmi certificati

Promuovere il recupero energetico degli edifici esistenti e rendere piu’ efficienti quelli esistenti. E’ per raggiungere questi obiettivi che l’ENEA ha promosso un convegno intitolato “Recupero energetico degli edifici: poniamo le basi della Green Economy italiana“, tenutosi stamane presso la sala della Protomoteca in Campidoglio, a Roma.

 

Potenziale di risparmio energetico inusitato

In Italia e in Europa, ha esordito Giovanni Lelli, Commissario ENEA, in apertura del congresso, il settore dell’edilizia e’ responsabile per circa un terzo dei consumi energetici totali. E se consideriamo che, stando alle valutazioni effettuate, gli edifici costruiti prima della Legge 373/1976 sono suscettibili di una riduzione dei consumi media del 50%, è chiaro che esiste un ingente potenziale di rispamio energetico da sfruttare. Come? Attraverso interventi di riqualificazione energetica sostanziale utilizzando tecnologie, materiali, sistemi ad alta efficienza, nonche’ servizi energetici integrati che, come ci tiene a sottolineare Lelli, sono gia’ disponibili sul mercato.

“55%PLUS”. “E per accelerare il processo di riqualificazione”, dichiara il Commissario “con ricadute positive, oltre che sulla riduzione dei consumi energetici, sulla tutela dell’ambiente e sulle opportunita’ di crescita economica sono senz’altro utili forme di incentivazione, come dimostrano anche gli ottimi risultati ottenuti con le detrazioni del 55%.” Ma da sole queste non bastano. E per questo motivo l’ENEA, insieme agli operatori del settore edilizio, propone un sistema estensivo del 55%, denominato “55% PLUS”, che, sulla base di un risparmio energetico conseguibile certificato, consenta l’accesso a prestiti agevolati fino ad un tetto individuale e condominiale stabilito, che vadano ad aggiungersi alle forme di incentivazione già previste.

(fonte casaeclima.com)

Rispondi

Continua a leggere