Edifici EcoCompatibili

Lo stile di vita ecosostenibile è una tendenza sempre più attuale e sempre più in voga: l’ecologia, il rispetto per l’ambiente e per la natura sono i principi cardine di coloro che decidono di vivere “green”. Le case prefabbricate in legno rappresentano il punto di partenza per chi vuole abbracciare tale filosofia, poiché si tratta di strutture naturali, ecologiche rispettose nei confronti dell’uomo e in perfetta armonia con l’ambiente, soprattutto grazie alle straordinarie prestazioni energetiche che sono in grado di offrire senza inquinare.

Generalmente per una struttura è richiesta una certa quantità di energia per la produzione dei materiali costruttivi e per l’assemblaggio in opera, inoltre il consumo che produrrà una volta abitata sarà notevole, in particolar modo per quanto riguarda il riscaldamento invernale e il reffrescamento estivo.
I materiali da costruzione tradizionali (acciaio, cemento e laterizio) contengono al loro interno molta energia (di origine fossile), in quanto il ciclo produttivo per l’estrazione delle materie prime, la lavorazione dei prodotti finiti (barre, calcestruzzi, mattoni) ed il montaggio in cantiere risulta assai dispendioso.
Se il fabbricato non viene isolato nella maniera corretta, come purtroppo spesso accade, il consumo annuo di energia raggiungerà livelli molto elevati, con conseguente produzione di CO2 che andrà poi dispersa nell’atmosfera, producendo inquinamento.

Per la costruzione delle case in legno invece, si utilizzano davvero poche risorse utili per il prelievo dei tronchi, la lavorazione degli elementi strutturali, il trasporto e l’assemblaggio in cantiere e per tale ragione il legno ha in sé un valori assai bassi di “embodied energy” (energia primaria contenuta nei materiali da costruzione), con un impatto minimo sull’ecosistema.

La realizzazione delle case in legno non distrugge risorse non rinnovabili, poiché è prevista la riforestazione delle aree boschive di prelievo, ad ogni albero prelevato ne viene impiantato uno nuovo, inoltre gli scarti della lavorazione del legno possono essere sfruttati termicamente o reintrodotti in natura, infatti nei casi di demolizione degli edifici, le componenti in legno dell’edificio sono interamente riciclabili.
Il legno è un materiale totalmente naturale che cresce spontaneamente, inoltre gli alberi assorbono dall’aria notevoli quantità di CO2, nonché uno dei gas responsabili dell’effetto serra, che poi rilasceranno sotto forma di carbonio innocuo.


Le case prefabbricate in legno garantiscono notevoli prestazioni energetiche con conseguenti risparmi per il riscaldamento nei mesi invernali e per il raffrescamento nei mesi estivi, senza dimenticare che le emissioni di gas serra saranno molto limitate, poiché l’alto isolamento termico tipico di tali strutture permette di ridurre notevolmente l’impiego di combustibile.
I materiali impiegati per costruire gli edifici prefabbricati in legno sono naturali, pertanto non rilasciano sostanze tossiche nell’ambiente indoor e nell’ecosistema, evitando quindi l’inalazione di sostante tossiche e nocive per coloro che vivono all’interno della struttura.

Rispondi

Continua a leggere