Costruire una casa prefabbricata in legno e risparmiare!

Negli ultima anni l’Italia sta attraversando una grande crisi che ha colpito diversi settori, tra i quali anche l’edilizia.

Le case prefabbricate in legno però, oltre a suscitare grande interesse per le caratteristiche e per i vantaggi che offrono, sono sempre più richieste per il loro costo non troppo elevato e per la possibilità di ottenere risparmi futuri.

Poter stabilire il costo preciso di una casa prefabbricata in legno è impossibile, poichè molteplici sono i fattori che determinano il prezzo finale, composto da elementi ai quali non è possibile rinunciare e da elementi che invece possono essere facoltativi e secondari, per i quali è possibile ottenere un risparmio a livello economico.

Scegliere una struttura di tale tipo, anche se a basso consumo, prevede quindi una serie di costi fissi inevitabili.
Le principali voci di spesa riguardano i costi per: il terreno, i pannelli in legno, le fondazioni, i contributi comunali, gli allacciamenti, la manodopera degli operai, i ponteggi, gli impianti, la coibentazione, i mezzi di sollevamento e i dispositivi per la sicurezza.

Prima di realizzare una casa prefabbricata in legno è necessario acquistare o possedere un terreno edificabile, elaborare un progetto preciso ed accurato e ottenere i premessi e le concessioni necessarie per poter procedere con la costruzione.
La fase di progettazione è molto delicata, è necessario un lavoro preciso, accurato e che tenga conto di ogni minimo dettaglio, è necessario un attento studio dell’impiantistica, una perfetta collocazione degli infissi e un’efficace coibentazione, pertanto si consiglia di rivolgersi sempre ad un progettista serio ed esperto di case in legno, in grado di svolgere un lavoro corretto, senza errori che potrebbero costare cari!
Un progetto realizzato in maniera errata o superficiale inciderà negativamente sul risparmio energetico dell’abitazione, sprecando così il grande vantaggio tipico della casa in legno, ovvero quello di permettere grandi risparmi sulle spese di riscaldamento e di raffrescamento ottenuto grazie all’ottimale isolamento termico caratteristico di tali abitazioni.

Ma quali sono i consigli principali per poter risparmiare denaro nella realizzazione di una casa prefabbricata in legno?
Innanzitutto la scelta di una bifamiliare è un’ottima idea poiché, in tal modo, oltre a ripartire in due unità il terreno e l’abitazione è possibile ripartire anche i costi per la costruzione, affinché a parità di metri quadrati a disposizione, sia possibile risparmiare fino al 25-30%.
Un’altra soluzione potrebbe essere la scelta di una forma semplice della struttura, per evitare numerosi interventi edilizi, inoltre la scelta di case da catalogo potrebbe essere meno onerosa rispetto alla scelta di case personalizzate e costruite su misura.
Vantaggioso risulterà preferire la costruzione multipiano a quella monopiano, in quanto quest’ultima incide maggiormente sul costo finale della struttura a causa delle necessarie maggiori dimensioni della platea e del tetto, ed infine evitando la realizzazione di un piano interrato si eviterà di conseguenza ulteriori costi.

È doveroso però sottolineare che scegliere di realizzare una casa prefabbricata in legno non è una scelta economica, preventivi con prezzi molto bassi potrebbero nascondere spiacevoli sorprese, pertanto in tal caso è assolutamente sconsigliato fidarsi.

Rispondi

Continua a leggere