Convenienza e rispetto per l’ambiente

La casa passiva è probabilmente una delle più geniali e innovative invenzioni degli ultimi decenni, poiché si tratta di un edificio che non necessita di un sistema di riscaldamento. Secondo l’Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale), l’inquinamento atmosferico nelle principali città italiane è causato soprattutto dal riscaldamento domestico che oltre ad arrecare un gravissimo danno per la salute e l’ambiente influisce negativamente sul bilancio delle famiglie, che devono pagare bollette del gas molto elevate.

Le Passivhaus sono presenti soprattutto negli Stati Uniti nel nord Europa, come per esempio in Germania, in Austria, in Olanda e nei Paesi scandinavi, anche se da qualche anno se ne possono contare diverse anche in Italia, dove il trend sembra in costante crescita nonostante la crisi del settore edile. La distribuzione geografica di tali edifici infatti sta cambiando, poiché il concetto di casa passiva funziona in tutte le zone climatiche e attualmente vi è la presenza di Passive House dalla Cina al Messico e dalla Nuova Zelanda al Canada. Le case ecologiche ed ecosostenibili, dalle grandi prestazioni energetiche potrebbero davvero essere il futuro.

Le strutture passive possono essere realizzate soddisfando svariati gusti e necessita’ di ogni eventuale acquirente che potrà veder realizzata una casa dal design classico o moderno, caratterizzata da notevole efficienza energetica e grande convenienza, in grado di garantire elevatissimi livelli di comfort acustico e termico a tutti gli abitanti, i quali rimarranno sorpresi dai grandi risparmi in bolletta.

Con un’adeguata e precisa progettazione infatti, sarà possibile ottenere grandi prestazioni energetiche, per le quali si dovrà prestare particolare attenzione a:
– il livello di isolamento termico dell’involucro,
– infissi con vetri appropriati (per i climi freddi i tripli vetri),
– l’assenza di ponti termici,
– una ventilazione confortevole con recupero del calore nei climi freddi e controllo dell’umidità in quelli umidi.

A coloro che sostengono che una casa passiva comporti una richiesta economica troppo elevata è giusto ricordare che la convenienza è uno tra i principali vantaggi di tali abitazioni. Sebbene siano richieste spese iniziali non indifferenti, relative ad una manodopera altamente qualificata e relative all’acquisto di prodotti efficienti energeticamente come le finestre o i sistemi di ventilazione, bisogna considerare che nel corso del tempo in cui si sfrutta l’edificio i risparmi saranno davvero notevoli, addirittura il risparmio energetico secondo lo standard della Casa Passiva va dall’80% al 90%. La domanda rimanente inoltre sarà così piccola che potrà essere facilmente coperta con le energie rinnovabili, pertanto le emissioni di gas serra potranno sere sostanzialmente ridotte a zero.

Il numero di edifici Passive House è in costante crescita, specialmente in Italia. La lotta al cambiamento climatico e la riduzione del consumo di energia stanno diventando sempre più importanti. La casa passiva può essere un’ottima soluzione, in grado di fornire numerosi e straordinari vantaggi ad un prezzo davvero interessante.

Rispondi

Continua a leggere