Come richiedere gli eco-incentivi casa

Verranno erogati a partire dal 15 aprile prossimo gli eco-incentivi previsti dal Decreto Legge 40/2010, che riguardano diversi settori industriali, nonche’ quello delle costruzioni, poiche’ mirano ad incentivare l’acquisto di edifici efficienti.
 
Incentivi per la casa Inizialmente previsti per il 6 aprile, sono slittati per attendere la pubblicazione del Decreto Ministeriale 26/03/2010, che ne definisce le modalità attuative, in Gazzetta Ufficiale. 
In questo modo gli interessati avranno più tempo per informarsi sulle procedure e il Ministero potrà approntare un portale telematico dedicato che consentirà di conoscere anche la disponibilità delle risorse, che sono limitate.
 
Tra gli incentivi previsti dal Decreto quelli riguardanti l’acquisto di case ecologiche sono i più sostanziosi poiché per loro è stato stanziato un budegt di 60 milioni di euro, fino ad esaurimento.
Il contributo previsto, infatti, è pari a 116 euro/mq (fino ad un massimo di 7.000 euro) per l’acquisto di case classificate in classe energetica A, e di 83 euro/mq (fino ad un massimo di 5.000 euro), per l’acquisto di case classificate in classe energetica B.
 
Per poter accedere agli incentivi, l’immobile deve soddisfare i seguenti requisiti:
–    deve essere di nuova costruzione;
–    la classe energetica deve essere attestata da un soggetto accreditato;
–    nel caso di edificio di classe energetica B deve essere adibito esclusivamente a prima abitazione della famiglia dell’acquirente;
–    il contratto preliminare di compravendita deve essere successivo al 6 aprile 2010, il rogito di compravendita dell’immobile stipulato entro il 31 dicembre 2010.

Rispondi

Continua a leggere