Combattere la crisi dell’edilizia con le case in legno!

Il settore dell’edilizia sta attraversando un periodo difficile, la crisi economica non ha risparmiato nemmeno il “mattone” che non viene più venduto come una volta. All’interno di tale difficile situazione però è possibile vedere uno spiraglio di luce grazie al recente “boom” delle case prefabbricate in legno che rappresentano un innovativo metodo costruttivo, pratico, vantaggioso ed ecologico.

 

 

A causa della forte crisi che il nostro Paese sta attraversando costruire case non è più redditizio come una volta, tra il 2008 e il 2014 c’è stata un perdita del 30%, pari al 1,5% del Pil.
A seguito di una positiva crescita dell’edilizia iniziata verso la fine degli anni novanta, intorno al 2006 tale settore ha mostrato i primi segni di crollo, fino ad arrivare ad una situazioni critica con l’avvio della crisi globale a causa della quale sono diminuiti i soldi disponibili che hanno determinato un minor potere d’acquisto e di conseguenza il mercato dell’immobiliare è crollato.

Per fronteggiare tale disastrosa situazione si è provato a spingere verso le case prefabbricate in legno, nonché verso il settore della bioedilizia che negli anni passati è sempre rimasto un po’ nell’ombra, ma che ha fatto molta parlare di sè a seguito del terremoto de L’Aquila del 2009, quando si è potuto constare che gli edifici realizzati in legno avevano resistito maggiormente rispetto alle abitazioni tradizionali. In un Paese come il nostro, caratterizzato da frequenti terremotoi, avere una casa sicura e resistente in caso di sisma è fondamentale, pertanto la soluzione della casa in legno sarebbe l’ideale, poiché è molto elastica ed assolutamente in grado di assorbire gol urti.

Il mercato sembra reagire bene agli edifici realizzati con il legno, in Italia si è passati dallo 0,5% nel 2008 al 6% del 2014, con una previsione di un 15% nel 2015, pertanto è possibile affermare che il mercato del legno è in espansione nonostante la crisi.
Di nuove strutture se ne fanno sempre meno, ma coloro che oggi scelgono di fare una casa sembrano prestare molta attenzione a quello che sarà il futuro, per tale ragione sceglierenno un edificio in legno per avere maggiori tutele e per beneficiare di tutti i vantaggi tipici di tale materiale.

Il legno è in grado di assorbire e rilasciare calore con molta facilità, premettendo di conseguenza una minima dispersione di calore che si traduce in grandi risparmi in bolletta! Tale materiale inoltre è totalmente naturale ed ecosostenibile, per produrre un metro cubo di cemento o di ferro serve una notevole quantità di energia, mentre per il legno basta solamente acqua, sole e pazienza. Infine è doveroso ricordare che il legno può essere riciclato, basti pensare che a seguito della demolizione di una struttura realizzata con tale materiale è possibile riutilizzare gli “scarti” per altre lavorazioni o altri scopi. 

 

Rispondi

Continua a leggere