Ci sono agevolazioni per le nuove costruzioni?

Risponde il Geom. Isonni Luca – studio tecnico CostruireBio , Mantova & Brescia.

La normativa Statale e Regionale in questi ultimi anni è tendenzialmente orientata verso la riqualificazione del nostro patrimonio edilizio esistente, incentivando gli interventi di ristrutturazione degli immobili già esistenti e nel miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici, in maniera da ridurre sensibilmente il fabbisogno di energia.

Vanno inoltre in questa direzione la normative e le disposizioni legislative che consentono il recupero dei sottotetti con il riconoscimento di detrazioni d’imposta delle spese sostenute per interventi che aumentino il livello di efficienza energetica degli edifici esistenti.

L’esclusione invece, degli edifici di nuova costruzione, risulta peraltro coerente con la normativa di settore adottata a livello comunitario in base alla quale tutti i nuovi edifici sono assoggettati alle prescrizioni minime della prestazione energetica in funzione delle locali condizioni climatiche e della tipologia.

In funzione quindi della nuova costruzione, il fisco italiano non prevede particolari agevolazioni o contributi.

Vanno rispettate le normative in vigore in materia di isolamento energetico degli edifici, che variano da Regione a Regione, pur sussistendo una normativa di riferimento nazionale (Decreto Lgs.vo n.311/06).

Molte amministrazioni comunali, riconoscono lo sforzo economico del cittadino che costruisce un edificio energeticamente efficiente, concedendo bonus volumetrici o sconti sugli oneri di urbanizzazione e sul costo di costruzione.

Escludendo qualche raro e limitato contributo regionale, non sembrano esserci attualmente ulteriori incentivi per le nuove costruzioni.

Rispondi

Continua a leggere