Case prefabbricate in legno e clima mediterraneo

Le case prefabbricate in legno sono una tipologia edilizia caratteristica dei paesi freddi, del Nord Europa e recentemente anche del Nord Italia.
Negli ultimi anni, anche nei paesi che si distinguono per un clima più mediterraneo, sono state realizzate numerose costruzioni di questo tipo, grazie all’utilizzo di materiali all’avanguardia che le rendono adattabili ad ogni varietà di territorio e clima.
L’Italia è un paese diviso dal punto di vista climatico: le zone più a Nord presentano climi più rigidi con inverni lunghi ed estati fresche, i paesi del Sud si distinguono per temperature più alte, gli inverni sono miti ma piovosi e i tassi di umidità sono spesso elevati, mentre le estati si presentano molto lunghe e calde.

Le case prefabbricate in legno sono progettate e realizzate secondo le esigenze e i gusti del cliente, prestando però attenzione alle condizioni ambientali e atmosferiche tipiche della zona scelta per costruire, affinché le abitazioni siano in grado di resistere ad ogni sollecitazione climatica.

Gli edifici collocati in zone caratterizzate da climi particolari, come quelli tipici del Sud, dovranno privilegiare l’utilizzo di materiali dotati di buona inerzia termica, come murature massicce ed isolanti ad alta densità, inoltre sarà necessario schermare le vetrate, proteggendole dalla penetrazione diretta dei raggi del sole.

Il cappotto esterno non necessita di molto spessore ma deve possedere specifici requisiti, come per esempio una buona capacità di resistenza meccanica.


La realizzazione di case prefabbricate in legno in paesi particolarmente ventosi o esposti ad alto rischio sismico, richiede particolare attenzione (soprattutto in fase di progettazione) poiché si dovrà dimensionare la struttura avendo cura di calcolare l’incidenza delle sollecitazioni, prevedendo eventualmente dei controventamenti.

I paesi confinanti con il mare dovranno tenere conto di un’ulteriore problematica, quella della salsedine, causa di degrado di intonaci, finestre e pareti, pertanto sarà utile impiegare specifici prodotti in grado di proteggere le parti esterne dell’abitazione evitando l’azione logorante del salnitro.
Nelle località di mare il legno dovrebbe essere finito, intonacato e ricoperto dal cappotto.
Dovranno inoltre essere preferiti intonaci e prodotti dotati di elevata idrorepellenza e traspirabilità, affinché possano resistere ai raggi del sole, agli sbalzi di temperatura, all’acqua e alla salsedine.


I parapetti dei balconi e i serramenti esterni dovrebbero essere dotati di una buona protezione in alluminio e anche le tapparelle dovrebbero essere realizzate con questo materiale che risulta essere molto resistente all’azione degli agenti atmosferici.

Quando si decide di acquistare una casa prefabbricata in legno è consigliato rivolgersi ad una ditta seria e ad un tecnico qualificato in grado di curare nei minimi dettagli la fase progettuale, considerando le caratteristiche climatiche della località scelta per la costruzione dell’edificio, affinché sia possibile dotare la struttura delle protezioni adeguate.

Rispondi

Continua a leggere