Case e risparmio energetico

Negli ultimi anni si parla spesso dell’importanza e della necessità di risparmiare energia attraverso la realizzazione di strutture idonee a tale scopo, la cui gestione energetica risulti vantaggiosa anche dal punto di vista economico.

Per rendere la propria abitazione una vera e propria casa a risparmio energetico lo Stato prevede alcuni incentivi che consistono nella detrazione dall’Irpef delle spese per la riqualificazione degli edifici esistenti (del 65% fino a fine 2015), tenendo in considerazione anche che l’energia consumata nell’edilizia residenziale per riscaldare gli ambienti e per l’acqua calda sanitaria rappresenta circa il 30% dei consumi energetici nazionali, che rappresenta ben il 25% delle emissioni totali nazionali di anidride carbonica.
La maggior parte dei Comuni italiani ha deciso di adeguarsi alle normative per la riqualificazione del patrimonio edilizio sulla base delle norme del contenimento energetico con l’aggiornamento dei propri Regolamenti Edilizi attraverso l’inserimento di 20 nuovi parametri che volti alla riduzione dei consumi energetici e idrici, utili a migliorare la vivibilità e salubrità delle abitazioni.

La creazione di una casa a risparmio energetico può essere ricondotta ad alcuni criteri standard, come per esempio l’isolamento termico (con specifici limiti di trasmittanza degli edifici); le prestazioni dei serramenti; il ricorso ai tetti verdi; il corretto orientamento degli edifici; la schermatura dal sole, ecc… Anche se l’aspetto più importante nella realizzazione delle case a basso consumo energetico riguarda l’utilizzo delle energie rinnovabili e l’adozione di ventilazione meccanica controllata.

Esistono poi molti altri accorgimenti tecnologici da non sottovalutare per il controllo dei consumi energetici e per il miglioramento del profilo energetico dell’abitazione (miglioramento che può dare accesso agli sgravi fiscali), tra i quali non possiamo fare a meno di menzionare lo straordinario e innovativo sistema domotico, che con pochi semplici gesti ci permette di gestire la nostra casa anche a distanza, evitando di conseguenza inutili sprechi di energia. Con tale sistema infatti è possibile avere sotto controllo tutte le apparecchiature collegate alla rete elettrica di casa, le quali potranno essere accese o spente in qualunque momento e da qualunque luogo: è possibile accendere o spegnere l’impianto d’allarme, programmare l’irrigazione del giardino, spegnere o accendere la radio e la tv, regolare la temperatura del riscaldamento, alzare o abbassare le tapparelle, ecc…

Il risparmio energetico è una pratica molto responsabile per tutti coloro che hanno a cuore l’ambiente in cui vivono e desiderano impegnarsi attraverso i propri comportamenti per ridurre consumi, sprechi e inquinamento.
Talvolta sono sufficienti piccoli gesti per dare un prezioso contributo, per questo motivo è importante spegnere i led degli apparecchi elettronici quando non si utilizzano, sfruttare il più possibile la luce naturale, fare sempre lavatrici a pieno carico, ecc…

Impiegando al meglio l’energia sarà possibile ridurre i consumi e gli sprechi, rendendo la bolletta più leggera e favorendo la salubrità dell’ambiente che ci circonda.

Rispondi

Continua a leggere