Terrazzi e balconi d'inverno

Avere un terrazzo o un balcone è una fortuna, è quello spazio in più che da valore alla vostra abitazione. Metri quadri in più che permettono di fare molte più cose. Prolungamento della vostra abitazione nel periodo caldo, luogo per coltivare le vostre piante. Per chi ha un giardino o un balcone sulla quale coltiva, fiori e piante, questo è il giusto momento per i lavoretti invernali. Non è più possibile rimandare, ciò che serve ora è prendersi cura del proprio spazio naturale. Iniziare a pulire e disinfettare i vasi. A fine Novembre è giunta l'ora di iniziare. E' necessario liberare i vasi, ritirando le piante.

Quando le temperature si abbassano è giunta l'ora di ritirare le piante all'interno anche se prima è giusto fare n controllo per verificare che non ci siano parassiti. Eliminare il secco ed i rami secchi, sistemare la terra superficiale più “sporca” e mettete nuova terra. Ciò che non fa resistere le piante in questa fase di cambiamento climatico è la posizione, la luce e le temperature rigide. Il così detto risveglio della primavera, potrà non accadere, o meglio, la primavera ritornerà ma le vostre piante se non curate attentamente in inverno potranno, non rinascere. Svuotare i vasi ed eliminare i terriccio, con il termine eliminare non significa gettare nella spazzatura, ma riutilizzarlo, dopo averlo lasciata alle temperature rigide dell'inverno all'interno di un sacchetto. Il freddo avrà eliminato i parassiti e la terra rimasta si potrà utilizzare buttandola in qualche aiuola o in qualche campo per dare nuova vita. I vasi che sono completamente rimasti vuoti, devono essere lavati con acqua e qualche prodotto come la candeggina, fatti accuratamente asciugare e con una carta di giornale impilarli tra loro, prima di essere riposti.

Dopo avere accuratamente sistemato il vostro balcone, preparandolo per l'inverno ora è necessario passare alle piante che avete attentamente visitato. La luce è fondamentale per la buona riuscita dell'operazione così, come la lontananza da colpi di freddo e sbalzi termici. I vasi con all'interno le piante, trasportati in casa, devono essere posizionati, in punti strategici, dove può arrivare la luce per la maggior parte della giornata, ma dove non ci siano fonti di calore (come una stufa o un calorifero) e anche in luoghi in cui non entri il freddo, rischiando così importanti sbalzi di temperatura. Per le piante invece, che resteranno sul balcone, sarà necessario, procedere alzandole dal contatto della terra e sempre per proteggerle dal freddo, sarebbe ideale appoggiarle vicino al muro.

Il vostro balcone diventerà un nuovo spazio in cui riposare, tutti quegli attrezzi “estivi” e quando non si ha abbastanza spazio, è sicuramente una comodità. Non adagiatevi troppo però, perché dopo l'inverno una nuova primavera arriverà, i vasi curati in casa d'inverno saranno, saranno poi rimessi nuovamente sui balconi e davanzali pronti ripartire con la fioritura.

Scritto da Costruire Bio Srl Venerdì, 10 Novembre 2017 15:51
Vota questo articolo
(1 Vota)