Riordinare

Un'anno si è concluso, le feste sono finite, non resta che prendere tutte le nostre energie e iniziare con i buoni e nuovi propositi. Quale più bel proposito c'è, se non iniziare con il riordino della propria abitazione. Come ci ha già ben narrato Marie Kondo con il suo libro il Magico Potere del Riordino, rispolveriamo alcuni metodi per alleggerire le nostre case e iniziare un anno alla grande. Saper riordinare è un dono che non tutti hanno, molte volte i buoni propositi non sono abbastanza e una volta iniziato con molta pazienza, ci si ritrova ancora più incasinati di prima.
Potete stare tranquilli, una soluzione e un buon metodo esistono. Riordinare, per la prima volta per voi, potrebbe diventare un piacere e potreste anche prenderci gusto. Prima regola, per riordinare è quella di buttare ed eliminare tutto ciò che non vi serve più. Il termine “buttare” deve essere preso, con le pinze, tenete in considerazione la possibilità di regalare e donare a chi ha più bisogno o semplicemente donare a chi con il riciclo può ridare vita all'oggetto o indumento che sia. Quindi primo punto, fondamentale, eliminare tutti gli oggetti o indumenti che non si utilizzano più.
Eliminare tutti gli oggetti in eccesso vi aiuterà a creare ordine, ma soprattutto, diverrete nuovamente padroni, di tutte quelle cose che avete tenuto “nascoste” dimenticandovi addirittura di possederle. Eliminare e ordinare ciò che avete scelto di tenere, tutto da fare insieme, per non ritrovare nuovamente disordine. Individuate un cassetto che volete sistemare ed occupatevi di quello. Solamente una volta sistemato e richiuso, potrete dedicarvi del del secondo cassetto, del quarto finché senza accorgevi sarete arrivati alla fine della cassettiera.
La sensazione di benessere e soddisfazione nelle piccole sistemazioni giornaliere, migliorerà la qualità della vostra vita. Nessuna imposizione, nessuno sforzo, solo piccoli passi verso un ordine non solo fisico ma anche mentale. Quest'ultimo giovamento, a catena, vi porterà ad un benessere anche fisico. Ordinare una stanza può portarvi a differenti benefici. Stare in una stanza nel totale caos non è sinonimo di equilibrio, molte volte si trovano differenti scusanti per giustificare il disordine, come ad esempio “ io sto bene nel mio disordine”, “nel mio disordine mi ritrovo”. Sono in realtà auto-convinzioni, per non affrontare qualcosa che è visto come noioso, ma che in realtà con la giusta disciplina, si può trasformare in qualcosa di divertente e piacevole. E' tutta questione di metodo, esattamente come quando ci si studia.
Quando si sperimenta e si riesce a raggiungere un'ordine, nasceranno le prime soddisfazioni. Dalla nascita delle prime soddisfazioni, nascerà la voglia di continuare e di aver sempre più una casa in ordine. Dopo aver ordinato la prima volta, non ci si ritroverà più al punto di partenza, tutto si trasformerà in un'esperienza e una sensazione che vi trasformerà dentro. Il riordino, seppur inizialmente impegnativo vi permetterà di aprire nuovi orizzonti, vi sentirete più leggeri e questo vi permetterà di vedere la vita, con occhi diversi.

Scritto da Costruire Bio Srl Lunedì, 15 Gennaio 2018 09:01
Vota questo articolo
(2 Voti)