Prestazione energetica di una casa prefabbricata in legno

 

Una casa prefabbricata in legno offre prestazioni energetiche che permettono di arrivare ad un risparmio pari al 90%. Le pareti in legno hanno un isolamento esterno posizionato sopra la parete in legno che generalmente noi conosciamo come cappotto. Il cappotto permette una dispersione minima di calore dall'interno verso l'esterno e permette un'ulteriore miglioramento delle prestazioni energetiche. Il pacchetto dell'isolamento risulta essere il punto cruciale per avere prestazioni energetiche invernali eccellenti, il punto fondamentale della casa prefabbricata in legno. Quando l'isolante viene posato a regola d'arte anche nei punti, considerati più critici, avremo prestazioni termiche ancora più performanti.

La differenza sostanziale con l'edilizia tradizionale nasce dallo spessore della parete. Siamo sempre stati abituati all'idea che un muro spesso sia l'ideale per isolare dal freddo e mantenere fresco l'ambiente al caldo. E' sempre stato così, ma con l'avvento delle case prefabbricate in legno molte cose sono cambiate. Esistono anche ulteriori accorgimenti che permettono di aumentare ed incrementare le prestazioni energetiche come ad esempio scegliere una struttura lineare, l'assenza o la presenza minima di rientranze ed aggetti porterà ad una minima dispersione di calore. La progettazione e la corretta disposizione degli interni, l'orientamento della nostra abitazione, l'aggiunta di vetrate, sono queste, tutte migliorie che possono portare la nostra casa prefabbricata in legno ad altissime prestazioni energetiche. Scegliendo, poi, sistemi di riscaldamento di ultima generazione si riscontra un importante risparmio energetico, un riscontro sarà possibile trovarlo immediatamente all'interno della bolletta. In fase progettuale è fondamentale conoscere le condizione climatiche dove sarà ubicata l'abitazione. Se l'edificio dovesse essere costruito in zone calde sarà necessario progettare in tal modo che l'abitazione sia protetta dal caldo e non più dal freddo.

Le case prefabbricate sono diffuse in tutto il mondo e naturalmente in condizioni climatiche differenti, un esempio, dal nord europa al sud Italia, si può ben comprendere lo sbalzo termico e le condizioni climatiche differenti. La giusta progettazione permette di ottimizzare anche le prestazioni termiche estive. Particolari accorgimenti offrono alle case prefabbricate in legno di raggiungere alte prestazioni energetiche anche in condizioni climatiche calde. Un buon cappotto isolante è alla base di tutto, risulta essere un'ottima protezione dal caldo. E' possibile installare per la protezione a sud dell'edificio alcune schermature, tende veneziane, tettoie ecc.. Esistono altri accorgimenti in grado di creare un habitat idoneo, ad esempio qualora ci fosse dello spazio, usufruire di un metodo più che naturale: Piantare degli alberi, che d'estate con le loro foglie possano proteggere e creare zone ombreggianti. Ecco alcune indicazioni semplici ed un riepilogo per poter ottenere un risparmio energetico importante, per l'inverno e per l'estate:

- Progettare l'abitazione con forme lineari e semplici.
- Posizionare verso sud gli ambienti utilizzati di giorno.
- Realizzazione del cappotto a regola d'arte.
- Scegliere serramenti di ottima qualità.
- Schermare le vetrate verso sud.
- Scegliere un buon isolante ad alta densità.

Le case prefabbricate in legno solo soluzioni che possono raggiungere livelli performanti in termini di risparmio energetico, rispetto per l'ambiente e gli abitanti della casa.

Scritto da Martedì, 13 Settembre 2016 16:43
Vota questo articolo
(0 Voti)