Ponti termici, no grazie!

I ponti termici, di cui abbiamo più volte trattato l'argomento, sono la principale causa del non benessere e del mancato comfort che si può trovare all'interno della propria casa. I ponti termici rappresentano tutte quelle aree, in cui c'è uno scambio di flusso e si disperde la temperatura. I ponti termici sono la principale causa della muffa e umidità. Per poter apprendere meglio cos'è un ponte termico, basta pensare al punto in cui un muro s'incrocia con un'altro muro, oppure la zona in cui ci sono balconi o dove il muro incontra i serramenti. Tutte queste parti, sono zone sensibili perché creano, i così chiamati ponti termici, in cui si hanno le maggiori dispersioni di calore e raffreddamento. L'isolamento a cappotto è uno dei rimedi per eliminare i ponti termici. Con l'eliminazione dei ponti termici, si ridurrà in modo drastico, la dispersione del calore, ma sopratutto il primo benessere, sarà dettato da muri senza più umidità e muffa all'interno delle pareti. Studiosi e professioni del settore hanno lavorato ad un'interessante progetto, un manuale dal titolo, Indagini termografiche dei Ponti Termici. All'interno di questo manuale si possono reperire le informazioni ed il bilancio energetico, al fine di avere maggiori dettagli e seguire uno schema più meticoloso, riguardante i ponti termici e come un edificio possa migliorare.. Inoltre questo manuale, permetterà alle nuove progettazioni di avare una linea ancor più definita ed approfondita riguardo al grande problema dei ponti termici.

La progettazione di un nuovo edificio deve avere un involucro architettonico e soluzioni tecniche finalizzate alle prestazioni termiche. E' possibile avere una mini classificazione dei ponti termici:

Ponti termici per forma geometrica ovvero tutte le parti dell'abitazione come sbalzi, terrazze, angoli e mensole realizzate tramite elementi strutturali.

Ponti termici dovuti a causa di un errore d'inserimento di elementi delle strutture edilizie, un esempio possono essere le canne fumarie, le zone di passaggio nelle strutture di impianti idraulici o canne fumarie, la zona riservata ai termosifoni e tutte quelle nicchie in cui la muratura si fa più sottile.

Ponti termici causati da travi ed elementi in cemento armato o calcestruzzo, come pilastri che non sono stati isolati.

Attraverso una verifica termografica è possibile individuare se sono presenti i ponti termici all'interno dell'abitazione. Qualsiasi persona è contro i ponti termici, essendo essi portatori di malessere all'interno della propria casa. All'interno di una casa prefabbricata in legno, tutte le preoccupazioni di un ponte termico sono ormai parte del passato. Volete conoscere la motivazione? Molto semplice, il legno è un materiale isolante per eccellenza. Le case prefabbricate in legno non hanno fasi di discontinuità, che possano creare ponti termici ed inoltre bisogna considerare che il il legno è un materiale igroscopico, ovvero che presenta una particolare affinità con l'acqua, questo affinità crea dei fenomeni di scambio. Il legno è in grado di catturare molecole dell'acqua e dall'aria divenendone così, un regolatore naturale.

Scritto da Costruire Bio Srl Lunedì, 26 Giugno 2017 14:33
Vota questo articolo
(0 Voti)