Ponte termico, no grazie!

Vi è capitato di sentire il termine ponte termico senza mai capire esattamente a cosa ci si riferisse? Ponte termico è sicuramente un termine sempre più utilizzato e richiede un giusto approfondimento per poter spiegare tecnicamente la differenza tra una casa prefabbricata in legno ed una soluzione tradizionale in cemento armato.

Il ponte termico è il principale responsabile delle dispersioni di calore all'interno di un'abitazione, responsabile anche di muffe e condense. Semplificando il tutto, si deve pensare ad una parte della struttura che presenta differenti proprietà termiche. I ponti termici sono quei punti del rivestimento in cui i flussi di calore sono più rapidi rispetto all'interna superficie della soluzione. In inverno il caldo fuoriesce e in estate il caldo entra. Detto questo è chiaro che questo porta ad un maggiore costo ed aumento di riscaldamento e raffreddamento la causa sono proprio queste “fuori uscite”. I ponti termici sono veri e propri errori di progettazione e costruzione. E' affidandosi al giusto progettista ed un'impresa seria e corretta che si evitano queste problematiche. I ponti termici si possono dividere in due tipologie:

1. I ponti termici geometrici che si possono trovare in corrispondenza di elementi aggettanti ed angoli, questo a causa della discontinuità della struttura.

2. I ponti termici costruttivi che sono discontinuità che si presentano in punti in cui alcuni materiali si incontrano con materiali in contatto con la parte strutturale esterna privi di isolamento. Un esempio sono i balconi, le finestre circondate da pilasti di cemento armato che attraversano il perimetro delle mura.

I ponti termici possono essere evitati con un ottimo isolamento in particolar modo facendo attenzione nelle parti come balconi in calcestruzzo e pilastri in cemento armato. Leggendo questo articolo avrete compreso che il problema del ponte termico è anche dovuto all'utilizzo del calcestruzzo e naturalmente questo è un materiale che è presente in piccola percentuale rispetto alla struttura completa.

In una casa prefabbricata la parete in legno esterna non presenta problematiche soggette a perturbazioni termiche. L'obiettivo di una casa prefabbricata in legno resta quello di portare la costruzione ad un elevatissimo rendimento termico ed al risparmio energetico, vantando esperienza nella ricerca e nel perfezionamento di una progettazione e costruzione meticolosa che non permette errori di discontinuità termica che portano alla nascita di ponti termici.

Scritto da Costruire Bio Srl Venerdì, 08 Luglio 2016 17:26
Vota questo articolo
(0 Voti)