Nuove riforme eco sostenibili

Questi ultimi giorni dell'anno ormai ci regalano momenti di relax e preparazione alle festività natalizie, siamo fortunatamente riusciti a lasciare alle spalle mesi e mesi di discussioni politiche, campagne anti referendum e propagande pro referendum. Dimissioni, governo tecnico, elezioni anticipate, polemiche, in tutto questo gran caos, si attende con ansia l'approvazione definitiva delle nuove riforme in particolar modo, ora che da poco c'è stato l'insediamento del Governo Gentiloni. Un cammino, già intrapreso dal precedente Premier, che ha lasciato aperto diverse questioni, disoccupazione, legge elettorale, emergenza terremotati ecc.. Per quanto riguarda il Ministero all'Ambiente è stata semplicemente effettuata una conferma dello stesso ministro e di conseguenza non ci si aspettano improvvisi cambiamenti riguardanti la riconferma di incentivi per nuove costruzioni e ristrutturazioni con miglioria di classe energetica.

Con la consapevolezza che questo governo di “transizione” abbia un tempo limitato Legambiente ha indicato cinque punti importanti, all'interno di una lettera, perché possa essere d'aiuto sulla scelta degli interventi, i più importanti, d'affrontare. Tra questi cinque punti al primo posto, l'impegno ad una veloce ricostruzione, sostegno all'energie rinnovabili, edilizia eco sostenibile e rigenerativa e molto altro ancora.

Legambiente è un'associazione nata nel 1980, divenuta negli anni, la più diffusa in tutta Italia. E' un Onlus senza fini di lucro che sostenuta da liberi cittadini è riuscita ad espandersi lungo tutto lo stivale e con oltre 1.000 circoli locali. In prima fila per difendere l'ambiente viene riconosciuta dal Ministero dell'ambiente come associazione di interesse per l'ambiente. Sostenitrice e promotrice di moltissime attività legate appunto all'ambiente ed il benessere del pianeta. E' oggi un'associazione molto discussa essendo anche sempre attiva nella politica.

Ogni cambio di governo, porta sempre al timore che gli incentivi non vengano rinnovati e delle normative vengano modificate. Il patto di stabilità 2017 prevede ulteriori incentivi per la costruzione di nuove abitazioni e ristrutturazioni. L'anno 2016, che sta per terminare, ha dato molte soddisfazioni, grazie agli incentivi relativi alla costruzione di una soluzioni con elevate classi di risparmio energetico. Speriamo che il nuovo anno riservi altrettanti incentivi, che possano dare una marcia in più nella scelta di case prefabbricate in legno. Naturali e che rispettano l'ambiente.

Scritto da Martedì, 20 Dicembre 2016 17:47
Vota questo articolo
(0 Voti)