La Lotta contro la Plastica per salvaguardare il nostro Ambiente

L'anno precedente è stato un anno che ha portato molti cambiamenti, politici, sociali e ambientali. A ricordarcelo è stato il summit tenuto a metà anno 2018 per la giornata mondiale dell'Ambiente.
In evidenza la lotta all'inquinamento da plastica. Una lotta contro il tempo per salvare gli oceani. Una lotta che vede come protagonista l'Italia, grazie alle normative e agli incentivi proposti al fine di limitare l'inquinamento. Abolizione dal 2019 dei cotton fioc e abolizione nel 2020 di prodotti di belezza per contenenti microplastiche.

Cerchiamo di andare a fondo del problema e capire cos'è e cosa fa la plastica al nostro ambiente.
La plastica è un materiale formato in laboratorio chimico. E' un materiale molto diffuso nella quotidianeità e viene prodotta in laboratorio impiegando in massima parte petrolio, carbone cellulosa e gas naturale.Partendo da un po' di storia, possiamo affermare che, i primi concetti di “plastica” risalgono alla seconda metà del 1800. Saranno 40 anni di grandi studi e grandi scoperte sino ad arrivare al 1900, in cui si ha un vero boom di produzione e diffusione di questo materiale, creato in laboratorio che permette all'evoluzione umana di raggiungere grandi traguardi, semplificando la vita di allora.

Cellophane, PVC, Nilon, Bakelite, tutti materiali plastici, resistenti e unici, che entrano a far parte della grande distribuzione dalla seconda guerra mondiale con l'avvenuta affermazione del petrolio. Ricerca, esperimenti in laboratorio permettono di creare nuovi materiali che nel dopoguerra si affermano e che possimao considerare come l'evoluzione della plastica in età matura.
E' nella seconda metà del 1900 che c'è la vera ascesa della plastica, il 1960 è stato un boom economico sopratutto nel mondo della plastica, che si afferma: nella moda, nell'arte, nella casa e nella vita quotidiana della popolazione. Le qualità della plastica sono la versatilità, la leggerezza, la resistenza e la possibilità di utilizzare il materiale anche per gli alimenti.
La qualità della plastica inoltre è per l'utilizzo che si può sfruttare in molti ambiti come ad esempio i trasporti, l'industria e gli imballaggi.

La plastica per tutti gli anni a divenire, resta una scoperta importante che ha cambiato il modo di vivere. Oggi la plastica è un materiale pericoloso per il nostro pianeta.
La plastica ha preso il sopravvento a causa dell'eccessiva produzione e della difficoltà di smaltimento. La plastica oggi, diventa discussione nella giornata dell'ambiente a causa della consistente presenza negli oceani, che porta distruzione e morte tra gli animali.
Ogni anno vengono gettati in mare 8 milioni di rifiuti plastici. Il problema non riguarda solamente le bottiglie e tappi di plastica, ma riguarda, piatti, bicchieri, borsine di plastica e imballaggi. L'eco sistema sottomarino è stato violentato dai rifiuti prodotti dall'uomo ed oggi si cerca di combattere l'inquinamento del mare e degli oceani.

La qualità della plastica, non può valere di più del nostro ambiente. Oggi esistono molti materiali che possono sostituire la plastica e di conseguenza rispettare l'ambiente. La lotta alla plastica, così come altre lotte, può partire da piccoli gesti quotidiani volti rispettare il nostro pianeta.

Scritto da Costruire Bio Srl Sabato, 02 Marzo 2019 09:59
Vota questo articolo
(2 Voti)