E la nostra terra continua a tremare..

Povera la nostra terra ancora vittima delle scosse di terremoto, purtroppo, questi ultimi mesi il nostro bel paese è messo a dura prova, sappiamo che l' Italia è uno stato a rischio terremoti, ma si spera sempre che sia il più lontano possibile da noi. C'è anche da dire una cosa, però, ciò che uccide veramente non è il terremoto ma ciò che l'uomo costruisce, e per la maggior parte delle volte tutto ciò, perché sono state costruite scuole, palazzi (anche recenti) che crollano ancor prima di palazzi costruiti molto più datati. Oggi, con tutta quest'informazione non è più possibile sotterrare le prove di un lavoro non eseguito a regola d'arte e per fortuna! Ora è necessario iniziare a pensare di costruire correttamente le nostre case, le scuole dove portiamo i nostri bambini e tutti gli ambienti pubblici e privati.

Cosa succede veramente alla terra quando c'è un terremoto?

Il terremoto è causato dai movimento al centro della terra, quando questi movimenti si trasformano in sforzi che la pietra non riesce a trattenere, superando il limite di resistenza, le pietre si spaccano ed improvvisamente tutta l'energia si propaga in tutte le direzioni. Questa energia che parte dall'ipocentro nel momento in cui si estende crea le così dette onde sismiche. Se tiriamo una linea dal centro della terra in cui parte l'energia, troviamo l'epicentro ed il riferimento geografico della città in cui avviene e viceversa.

La grandezze e potenza di un terremoto si misura con valori differenti la magnitudo e l'intensità, abbiamo sentito più volte i telegiornali parlare di magnitudo seguita da numero. La magnitudo si riferisce alla potenza del terremoto, quindi rispondere alla domanda, Quanto era forte il terremoto? In Cile nel 1960 si è registrata la massima magnitudo mai registrata pari a 9.5. L'intensità di un terremoto invece si misura sugli effetti sull'ambiente circostante e sugli uomini. Questo fa naturalmente comprendere che l'intensità varierà da paese a paese, a seconda dell'ambiente circostanze, chiaramente molto vario.

Purtroppo in queste situazioni, si rimane senza parole, increduli nel vedere le nostre case, il nostro paese crollare. Le chiese, i luoghi in cui siamo cresciuti, il terremoto è così, improvviso, una calamità naturale che certe volte ci da il tempo per fuggire ed altre volte no. E' possibile prevedere, ed avere qualche informazione in più, ma molte volte ne siamo sopraffatti. Nonostante questi disastrosi eventi l'essere umano, si rimbocca le maniche ed è in grado di ricostruire tra sofferenza molta, moltissima forza di volontà.

Scritto da Costruire Bio Srl Mercoledì, 02 Novembre 2016 17:29
Vota questo articolo
(0 Voti)