Due o tre cose da sapere

I prefabbricati in legno necessitano di un terreno che sia edificabile. Realizzare una casa tramite prefabbricazione non è sinonimo di casa mobile e questo significa che si necessita di permessi e vincoli legislativi previsti per qualsiasi tipologia costruttiva. Costruire su un terreno non edificabile significa decidere di fare una scelta fuorilegge e di conseguenza contribuire all'abusivismo edilizio del paese in cui si vive.

La durata di un prefabbricato in legno è pari a quella di un'abitazione costruita con edilizia tradizionale e le caratteristiche di stabilità corrispondono pari pari per entrambe.

Le procedure burocratiche sono richieste anche per le case prefabbricate in legno è dunque necessario fornire verifiche geologiche, la presentazione di progetto architettonico fornito da un tecnico abilitato e presentazione della pratica al comune di pertinenza.

La tempistica relativa all'approvazione del progetto, come per l'edilizia tradizionale, resta la medesima anche per le case prefabbricate in legno. Il rilascio dei permessi dipendono solo ed esclusivamente dall'organizzazione comunale, non c'è un regolamento, l'azienda costruttrice ed il cliente possono solo restare ad attendere che il tutto venga comunicato ed approvato quanto prima. Quando i documenti sono pronti e vengono rilasciati dal comune, siamo giunti al termine di tutta la trafila burocratica ed ora si parte con la fase costruttiva. Le fondazioni in cemento armato sono lo step successivo, mentre le pareti ed il tetto sono in produzione.

Le case prefabbricate in legno sono vengono realizzate partendo da fondazioni in cemento armato sulla quale verranno ancorate le pareti in legno. Il progetto potrà prevedere due soluzioni, la scelta della realizzazione della platea o di un interrato, entrambi saranno realizzati in cemento armato e verranno prese le misure necessarie per il corretto isolamento per contrastare l'umidità in risalita. Le fondazioni dovranno essere realizzate ad opera d'arte questo per permettere l'ancoraggio corretto delle pareti prefabbricate e questa è la prima differenza, sostanziale che possiamo riscontrare con l'edilizia tradizionale.

Costruire una casa è sempre una scelta importante, un investimento per il presente e per il futuro, una scelta di stabilità che è giusto debba essere ben ponderata. E' corretto informarsi e fare un'analisi approfondita di valutazione con i pro e contro della scelta che si andrà ad affrontare.

Il panorama “edilizio” sino a qualche anno fa, del nostro bel paese è sempre stato costituito dal mattone, unica scelta, una soluzione. Oggi però qualcosa è cambiato, esiste un'alternativa, più che valida, sempre più presente sul nostro territorio: Le case prefabbricate in legno.

Scritto da Costruire Bio Srl Venerdì, 16 Settembre 2016 14:54
Vota questo articolo
(0 Voti)