CRITERI DI BASE PER LA SCELTA DI MATERIALI COSTRUTTIVI

CRITERI DI BASE PER LA SCELTA DI MATERIALI COSTRUTTIVI

I materiali di base per la costruzione di edifici devono essere:

·         Non nocivi per la salute

·         Igroscopici, porosi e traspiranti

·         Fondati su quanto già ampiamente sperimentato (per quanto riguarda la durata e gli effetti collaterali)

OLTRE CHE:

 

·         Reperibili nella regione

·         Provenienti da materie prime rinnovabili

INOLTRE:

·         Devono richiedere la minor energia possibile ed emissioni inquinanti in tutto il loro ciclo di vita (reperimento materia prima, produzione, utilizzo, eliminazione a fine ciclo)

·         Devono assicurare un ciclo chiuso (a riciclo globale)

·         Non devono contrastare, bensì assecondare le energie ed i ritmi della natura.

I MATERIALI

I materiali da costruzione vanno scelti in base al tipo di abitazione e al luogo dove essa è ubicata.

Vediamo i più usati nel nostro paese:

COSTRUIRE CON LA TERRA

Uno dei materiali più utilizzati nel mondo per la costruzione delle case è la terra, che divide questo primato con il fango, l’erba e la paglia.

E’ tra i più economici e i meno dispendiosi energicamente, molto diffuso nei climi caldi.

Anche in Italia abbiamo avuto una tradizione di case in terra pressata, soprattutto nel maceratese, nella Bassa Padana, alcuni casoni nel Veneto e dei castelli in Vall D’Aosta.

Bisogna adoperare accorgimenti adeguati per la protezione ma mancano imprese “specializzate”.

Gli spessori delle pareti sono piuttosto elevati (non meno di 40-50 cm) e spesso si creano delle antiestetiche fessure.

In Francia dove c’è una forte tradizione per questa tecnica costruttiva, sono stati realizzati interventi che hanno dimostrato come con la terra si possano ancora costruire edifici abitabili.

Tre le tecniche sperimentali: il pisè, i blocchi vibro-compattati di terra stabilizzata e il compostito terra-paglia.

 

Scritto da Costruire Bio Srl Venerdì, 29 Novembre 2013 14:38
Vota questo articolo
(0 Voti)