Il terremoto e le case antisismiche

Negli ultimi anni, abbiamo visto crollare case, paesi distrutti a causa di diversi terremoti che hanno colpito il nostro bel paese, dall'Abruzzo all'Emilia a Norcia. Tutto questo fa molta paura, molte persone oggi, non hanno più una casa. Realizzare oggi una casa significa anche rispettare importanti normative antisismiche, ma cerchiamo di capire come si reallizza una casa resistente e antisismica. L'Italia è un paese ad alto rischio sismico, le costruzioni per questo motivo devono rispettare le normative vigenti per il rispetto alla resistenza sismica.

A partire dagli anni '70 sono entrate in vigore delle leggi che dettano i requisiti per realizzare nuove costruzioni e per le ristrutturazioni. I requisiti devono essere presentati e rispettati nel progetto. Il tutto è stato rafforzato con il primo testo di legge dal titolo Nuove Norme Tecnine per le costruzione approvato ad inizio anno. Il testo classifica il territorio a seconda delle zone a rischio.

Per la relaizzazione di una casa antisismica il ruolo fondamentale è del progettista. Sarà incaricato di verificare la zona in cui è classificato e analizzare le caratterische del suolo. I requisiti di sicurezza sono il passo successivo, la qualità dei materiali utilizzati è fondamentale nella buona riuscita di una casa antisismica. Un materiale antisismico per eccellezza è il legno, questo perchè leggero e flessibile, sempre più richiesto per la realizzazione di case prefabbricate, appunto in legno.

Le case prefabbricate in legno sono richieste perché, oltre ad essere resistenti ai terremoti sono ecosostenibili, efficienti nel risparmio energetico e resistenti al fuoco. Insomma un mix di elementi perfetti per la sicurezza e non solo. Il progettista potrà indicarvi tutti gli aspetti fondamentali per la realizzazione di una casa antisismica, rispettando le normative e i requisiti richiesti. Ad esempio la pianta dell'edificio dovrà avere una foma che permette resistenza alle onde sismiche, quindi dovrà essere regolare e compatta. Anche l'altezza di un edificio dovrà essere rispetata.

Importanti studi avvenuti in questi anni in Giappone hanno mostrato la resistenza del legno rispetto a forti scosse, la casa in legno chiamata Sofie, alta 7 piani è stata in grado di resistere ad una simulazione di un sisma devastante. Il territorio Giappone è noto come molto sismico. Nel 2007 è avvenuto l'esperimento, dopo anni di ricerca, il progetto Sofie è stato a tutti gi effetti realizzato (Sul web è possibile trovare dei video). Uno studio sul legno e sulla resitenza che ha rilevato con piacere gli effettivi risultati positivi della resistenza del legno. La struttura di 7 piani in legno X-LAM ha resistito ad una scossa di terremoto magnitudo 7,2 della scala Richter. Un risultato importante e unico che ha rilevato ancora una volta le qualità uniche del legno.

Scritto da Lunedì, 07 Maggio 2018 11:25
Vota questo articolo
(2 Voti)