Case antisismiche

In questo mese purtroppo ci siamo ritrovati a fare i conti con drammatici eventi, che hanno ancora una volta piegato e segnato il nostro paese. Un evento catastrofico, scosse di terremoto che hanno distrutto tutto ciò che era stato costruito. Inaspettatamente in una notte tutto è cambiato e purtroppo questo scenario lo abbiamo già vissuto in una storia recente. Un terremoto viene classificato tramite la scala Richter che misura l'intensità dei sismografi:

- Magnitudo da 0 a 2 è un terremoto piccolo non avvertibile, sono piccolissime scosse che l'uomo non percepisce e sono scosse molto frequenti 
- Magnitudo da 2 a 3 i sismografi lo registrano, una scossa anch'essa leggera e non percepibile dall'uomo.
- Magnitudo da 3 a 4 un terremoto che viene avvertito, fortunatamente non così potente da creare danni.
- Magnitudo da 4 a 5 in questo caso le vibrazioni all'interno degli oggetti si avvertono. Generalmente però non causa danni agli edifici ed alla struttura.
- Magnitudo da 5 a 6 Questo è un terremoto che fa sentire la propria forza causando danni alle strutture per gli edifici mal costruiti. I danni sono sicuramente inferiori per tutti gli edifici di ultima costruzione e se costruiti con metodologie innovative e con criteri antisismici.
- Magnitudo da 6 a 7 colpisce una superficie di più di 150 chilometri colpendo le zone più popolate distruggendole.
- Magnitudo da 7 a 8 un terremoto molto forte che può distruggere per centinaia e centinaia di chilometri.
- Magnitudo da 8 a 9 come potete ben comprendere si parla un fortissimo terremoto che causa devastazione in un ancor più ampio raggio di distanza.
- Magnitudo da 9 a 10 dire fortissimo forse non rende l'idea, possiamo definirlo devastante qualcosa che ha una potenza sovrannaturale perché di questo si parla.
- Magnitudo 10+ la completa devastazione estesa (si ipotizza) ad un ampissimo raggio, fortunatamente non è mai stato registrato.

Questo riassunto in parole molto semplici e sicuramente poco tecniche, nasce per poter dare un'idea di quanto sia importante davanti a questi eventi naturali costruire case antisismiche. Questo è il lavoro che da circa una decina di anni ed anche più, si sta cercando di fare. Il tutto regolamentato da diverse leggi ma anche dal buon senso del committente e del costruttore stesso.

La normativa vigente definisce i principi per progettare, costruire e collaudare soluzioni antisismiche. In zone ad alto rischio è obbligatoria la valutazione antisismica che si valuta con una scala che va da 1 (altissimo rischio) a 4. I criteri da seguire per la costruzione antisismica sono dettati dalla normativa.

Per essere antisismica una costruzione deve presentare delle capacità ed utilizzare particolari materiali. Tra questi materiali c'è il legno, che può essere la scelta economica accessibile a tutti e grazie alle proprietà ed all'elasticità dello stesso che si possono raggiungere risultati performanti. Sempre a seconda della zona interessata è possibile costruire soluzioni su più livelli ed anche in questo caso il legno permette grazie alla sua leggerezza di posizionarsi tra i migliori materiali scelti.

Ad ogni modo una casa deve essere sempre progettata e costruita a regola d'arte, per poter garantire sicurezza e benessere agli abitanti.

Scritto da Costruire Bio Srl Venerdì, 02 Settembre 2016 14:58
Vota questo articolo
(0 Voti)