Cambianti climatici, ecco cosa succede.

Ognuno di noi si è accorto che i cambiamenti climatici sono presenti ed è così da diversi anni. Le cause di questi mutamenti sono molteplici e in diverse parti del mondo ricercatori stanno studiandone il cambiamento per poter trovare delle soluzioni. Una delle cause principali di questi cambiamenti climatici è l'uomo. Will Steffen è un chimico che ha pubblicato uno studio approfondito sull'impatto dell'uomo sul clima e di conseguenza sul cambiamento. Lo studio approfondisce le interazione tra l'atmosfera e la biosfera e con altri elementi, nelle diverse ere geologiche. Il problema è che il cambiamento climatico negli ultimi cinquantanni “ha preso una velocità mai vista, tanto che i cambiamenti climatici precedenti risultano essere insignificanti”. Queste affermazioni, fanno comprendere che se non si trovano delle soluzioni, con gli anni la situazione sarà incontrollabile e catastrofica.

Esistono filosofie di pensiero che sostengono sia già successo in passato, in altre ere, ed è corretto ciò che viene sostenuto, è altresì vero che gli studi ci mostrano che il significativo aumento del cambiamento del clima ha delle cause, l'approfondimento degli studiosi ha individuato la principale sorgente con l'evoluzione dell'era industriale di massa. L'intervento dell'uomo sta modificando il rapporto e l evoluzione della terra, che alterna in modo naturale periodi caldi e periodi glaciali.

L'aumento della temperatura, ha toccato picchi storici nel 2016, essendo stato l'anno più caldo dal 1880. La Nasa ha dichiarato ufficialmente che rispetto allo scorso anno, la temperatura è aumentata di un grado. Dal 1980 ad oggi le ondate di calore, la siccità, il gelo e le alluvionisi sono triplicate. I poli sono continuamente sotto attacco del caldo, sciogliendosi più velocemente, sciogliendosi i poli si avrà un'inevitabile auto del livello del mare, molte specie animali sono a rischio, in particolare gli orsi polari sono a rischio di estinzione. La barriera corallina si sta sbiancando a causa della bassa marea e dall'inquinamento e gli oceani sono sempre più caldi e acidi. Una panoramica catastrofica e devastante, tanto da sembrare surreale, ma questo è il futuro prossimo ed è molto vicino.

E' possibile evitare questo scenario devastante? La palla magica che prevede il futuro non è ancora stata inventata, ma ma qualcosa, ora lo possiamo fare, grazie anche alle maggiori informazioni, forniteci dallo studio del chimico Will Steffen e del suo team, il quale sostiene che modificando lo stile di vita dell'uomo è possibile migliorare la situazione. L'emissioni di Co2 nell'atmosfera sono una delle molteplici cause. Lo sfruttamento dei combustili fossili come gas naturale, petrolio e carbone hanno aumentato l'effetto serra. La riduzione e l'attenzione rispetto a queste emissioni può aiutare il nostro pianeta. La deforestazione (sempre causate dall'essere umano) sono un'altra conseguenza. Gli alberi assorbono, con la fotosintesi, l'anidride carbonica producendo così l'ossigeno, agiscono da filtro naturale per l'assorbimento dei gas che l'uomo produce. La deforestazione è un problema che si può affrontare, le aziende produttrici di case prefabbricate in legno affrontano il problema del disboscamento rispettando il ciclo degli alberi e seminando nuovamente evitando così lo spreco delle risorse naturali. Ci sono diversi soluzioni ed atteggiamenti che possono aiutare il nostro pianeta a riprendere il proprio ciclo naturale, senza cambiamenti climatici improvvisi. La soluzioni è sposare uno stile di vita più “green”, portando rispetto per ciò che ci viene donato dalla terra.

Scritto da Costruire Bio Srl Venerdì, 22 Settembre 2017 16:28
Vota questo articolo
(0 Voti)