Costruire Bio Srl

Costruire Bio Srl

Giovedì, 16 Agosto 2018 11:14

UNO STILE DI VITA

Ora potete approfondire per quale motivo le case prefabbricate in legno, possono essere la giusta scelta per il vostro stile di vita. Negli ultimi anni è un fenomeno sempre più diffuso, si sceglie di vivere in modo sano, si cerca il meglio, si cerca la qualità, si ricercano materiali naturali, si vuole rispettare la terra in cui viviamo.

Un riveglio dell'uomo cavernoso che si è accorto ce la terra ha bisogno di essere curata, un uomo che vuole proteggere se stesso, la propria famiglia e la terra. Quindi esisono molti motivi per scegliere una casa prefabbricata, così come ci sono molteplici motivi per desiderare il meglio per la propria vita.

Scegliere una casa prefabbricata in legno significa prima di tutto salvaguardare l'ambiente. L'iter costruttivo di queste abitazione è studiato a tavolino, per disperdere meno energia. Per ogni albero abbattuto ce n'è un altro che viene piantato. L'uomo ha imparato che mancando di rispetto all'ambiente resterà senza nulla, ma l'unico modo per vivere bene e in modo salubre è rispettare. Le case prefabbricate in legno sono soluzioni nate per migliorare la qualità della vita attraverso il rispetto dell'ambiente, la qualità dei materiali e le prestazioni energetiche che vengono offerte.

Una casa prefabbricata in legno deve essere a tutti gli effetti una casa ecologica. Nella fase progettazione è necessario rispettare elementi specifichi che permettano il corretto irraggiamento solare. I materiali che devono essere utilizzati devono essere scelti con attenzione. La qualità dei materiali e la tecnologia d'avanguardia completeranno il successo della scelta di una casa prefabbricata in legno. Il fabisogno dell'abitazione sarà determinato dagli impianti quali pannelli solari e fotovoltaico concepiti per produrre energia termica ed elettrica in grado di rendere l'abitazione autonoma.

Scegliere una casa ecologica comporta una serie di importanti vantaggi per chi vi abiterà. Resistente al fuoco e ai terremoti. Gli aspetti positivi comprendono altissimi livelli di isolamento termico ed acustico, sicurezza, risparmio energetico, rispetto ambientale. Possiamo andare avanti ad elencare molti di questi aspetti, anche di aspetto economico, ad esempio preventivo e costi bloccati, senza sorprese. Velocità nella realizzazione, possibilità di vedere realizzata l'abitazione che da sempre avete desiderato. La scelta di una casa prefabbricata rispecchierà il vostro stile di vita. Scegliere sistemi innovativi vi permetterà di disporre di qualità elevata, progettazioni uniche e la scelta persoanle di poter creare un mondo migliore.

I benefici legati alla realizzazione di una casa prefabbricata in legno sono tutti da scoprire. La qualità dei materiali di fabbricazione, il comfort e il design potrebbero farvi rivalutare la scelta tradizionale. Ricordate che le aziende possono farvi toccare con mano i materiali utilizzati, spiegarvi nel dettaglio la modalità costruttiva e di fabbricazione. Dovete individuare il terreno che fa per voi e potrete così partire per questa grande avventura.

Martedì, 14 Agosto 2018 14:12

APE – Attestato di prestazione energetica

Che cose?
L'attestato di prestazione enertica, chiamato APE è un documento che classifica la prestazione energetica degli immobili. Troviamo dunque all'interno di questo documento, la situazione dell'immobile interessato e i suggerimenti per interventi che possono aiutare il miglioramento delle prestazioni energetiche.

A cosa serve?
La prestazione energetica è la quantità di energia utilizzata in un anno dall'immobile classificato. Ogni immobile ha un utilizzo standard di energia, dato dal riscaldamento, dal raffrescamento, dall'utilizzo di acqua calda e l'illuminazione.

Cosa contiene il documento?
Il documento/attestato di prestazione energetica contiene tutte le informazioni dell'immobile e dall'ottobre del 2015 l'attestato di prestazione energetica è obbligatorio su tutto il territorio italiano. Ogni proprietario può richiedere un Attestato per conoscere le caratteristiche del proprio immobile e soprattutto per conoscere gli interventi migliorativi ed economicamente più convenienti.

Quando è obligatorio?
Deve essere obligatoriamente prodotto per gli edifici di nuova realizzazione e consegnato nel momento in cui si vende o affitta. Sarà obligatorio per il propretario (che dovrà affrontare a proprio carico la spesa) consegnare l'attestato di prestazione energetica al momento del contratto d'affitto o di compravendita. In caso di rilevanti ristrutturazioni, come infissi, cappotti, pareti perimetrali e coperture, è obligatorio fornire una nuova certificazione energetica. Il mancato rispetto della documentazione è sanzionabile.

A chi mi devo rivolgere?
Esiste un catalogo di esperti accreditati per alcune regioni. E' molto importante sapere che il tecnico abilitato alla produzione dell'attestato di certificazione energetica non potrà essere il progettista o coinvolto nella realizzazione dei lavori se necessario per la realizzazione di un nuovo edificio, inoltre non potrà essere parente o coinvolto nella ristrutturazioni degli interventi. Un tecnico esterno, abilitato, che non abbiamo in entrambi i casi particolari legami.

Qualche altra informazione..
L'attestato di certificazione energetica ha validità per dieci anni dalla data di rilascio. Qualora ci fossero degli interventi di ristrutturazione che incidano sul cambiamento della classe dell'immobile è necessario eseguire un aggiornamento. I libretti degli impianti devono essere allegati all'attestato di prestazione energetica. I controlli di manutenzioni regolari sono obligatori per la validità dell' APE. All'interno del documento è possibile trovare le raccomandazioni per interventi volti al miglioramento della prestazione energetica. In alcuni casi gli interventi eseguiti vengono coperti dal governo fino al 75%.

Giovedì, 09 Agosto 2018 10:55

La Street Art

La Street Art è un movimento artistico una forma espressiva, che si è fatta sempre più rispettare ed apprezzare. Graffiti Art, Mural Art, Stencil Art, tutte queste forme espressivi vengono considerate e inglobate in un unico nome. Il concetto artistico e la sua origine è difficile da definire. La street art oggi è una forma artistica riconosciuta, arte di strada che negli anni ha sempre più conquistato i cuori e riempito di emozioni i passanti. Quando è diventata arte è veramente difficile saperlo, giovani ribelli, sovversivi pronti a mostrare la propria potesta con bombolette alla mano, denunciano in quartiere del popolo, l'abbandono e la povertà. La Street Art è un movimento unico nel suo genere capace con l'illegalità di denunciare la decadenza.


Un'arte per tutti, un'arte unica che chiunque può vedere e respirare. Non si può stabilire chi sia stato il primo a scrivere su un muro. Si può però risalire alla prima metà del 1800, quando un giovane di J. Kyselak, dopo aver vinto una scommessa firmo diversi muri con il suo nome. Oggi il pioniere dei “Tag” ha le sue firme che urlano “io ero qui”, protette e conservate dalla soprintendenza. La necissità di affermazione e di comunicazione rimbalza negli anni e per il mondo. La vera anima del movimento sono stati centinaia di ragazzi pronti a firmare su treni delle metropolitane, su muri di quartieri in declino e nelle gallerie.


La street Art regala anche talentuosi artisti fuorilegge, di cui ancora oggi non si conoscono le generalità, pronti a denunciare sfidando ogni legge, marcando la loro protesta, manifestando disapprovazione, superando e sorpassando le leggi e gridando a squarciagola sono qui e sono io. Artisti di strada, da New York al Brasile, passando per Berlino, agitatori delle masse, adrenalici artisti che non si fermano davanti ad una sbarra o per raggiungere il punto più alto di un palazzo. Oggi conosciamo molti nomi che fanno e anno fatto di questo movimento arte vero e proprio.


La street art oggi, colora le nostre città, valorizza quartieri abbandonati al degrado. Oggi rappreseta un movimento affermato, stimolo, come da sempre, di giovani, che ora non rappresentano solo “gente di strada” ma ragazzi giovani che sono agiati in una società molto più ricca, che sperimentano l'arte di strada. Un'interessante movimento, ricco nella realizzazione, forte nella protesta. Oggi possiamo trovare artisti con la A maiuscola che espongono nei più grandi musei, con mostre personali e uniche che catturano milioni di spettatori. Un successo incredibile è stata la mostra di Banksy wryter scrittore e regista, massimo ad oggi esponente della Street Art.


I vostri quartieri possono diventare qualcosa di veramente unico, tutto questo grazie alla street art, ci sono artisti che passano lasciano il proprio segno senza avere alcun riconoscimento, ma all'interno di questo segno c'è un messaggio che può colorare un palazzo e cambiarne completamente l'immagne. Questo movimento così colorato è molto amato, tanto che oggi diverse amministrazini comunali investono con murales che riescono a riqualificare la zona. L'arte del colore, del messaggio visivo, un'arte unica nel suo genere che lascia un segno indelebile e che resta sempre giovane.

Giovedì, 02 Agosto 2018 10:57

Tra sogno e realtà

Tra sogno e realtà

Tra sogno e realtà, oggi le case prefabbricate in legno rappresentano un sogno che è diventato realtà. Sono molti anni che si combatte per avere la possibilità di scelta e soprattutto per poter scegliere un mondo più sostenibile, un pianeta nuovamente in crescita.

Tutto quello che si vuole fare oggi per un pianeta più rispettato e pulito è possibile realizzarlo. Tornando indietro solo una decina di anni fa, non c'era la possibilità di scegliere un'automobile ecologica, perchè impianti come metano, gpl o addirittura elettriche seppur esistenti, non erano minimamente contemplate. Oggi invece si può. La motivazione di questo cambiamento così veloce è stato sicuramente dettato da un'informazione più libera e veloce (ovvero internet), ma soprattutto, perchè la necessità di ripulire il pianeta va oltre ogni presa di potere politico/economico. Ci hanno invitato a scegliere autovetture che si alimentano di benzina o diesel, senza permettere la scelta ecologica del metano ed oggi addirittura, siamo pronti a macchine ibride o addirittura elettreniche. Il futuro è finalmente entrato a far parte del mondo o forse tutto questo è da molto tempo che esiste? Possiamo però affermare che ora, oltre al potere di scegliere e la sensazione di una pseudo libertà, i prezzi son accessibili. Quindi ora possiamo sempre scegliere auto alimentate da carburanti fossili, gas o elettriche. Quale sia il futuro prossimo non ci è dato saperlo, ma sicuramente sarà volto a una realta eco sostenibile.

L'esempio delle autovetture, lo possiamo riportare realmente su molte cose che ci circondano, che sono cambiante e sono in continuo mutamento. Ad esempio le case. Dieci anni fa il termine “casa prefabbricata in legno” era praticamente un significato alieno. Seppur esistenti da più di trent'anni, seppur scelte in tutto il nord europa e in america in Italia è sempre stata una idea troppo lontana, un sogno, un pensiero, un racconto lontano. Invece ora, le case prefabbricate in legno esistono, non solo, tutti le vogliono. Volete sapere perché questo risveglio? Il risveglio del poter scegliere e poter scoprire che esistono materiali unici, realizzati con materiali di altissima qualità, che donano benessere in door e che non sono più un sogno, ma costruzioni reali. Avere una casa in legno è ciò che l'uomo desidera. Questo desiderio intrinseco nasce dall'esigenza di rispettare l'ambiente perchè rispettando naturalmente il pianeta rispetta se stesso.

Oggi le richieste per la realizzazione di una casa prefabbrica in legno, sono moltissime. Ogni giorno riceviamo moltissime mail e telefonate che ci chiedono informazioni più dettagliate. Incontriamo molte persone affiscianate dall'idea di poter scegliere di realizzare la propria abitazione in legno. Oggi i vantaggi proposti dal legno sono compresi a pieno, tanto da diventare la prima scelta. Scegliere è un traguardo importantissimo. Essere liberi di sceglieri se costruire la propria abitazione in cemento, in legno o qualsiasi altro materiale è possibile. E' possibile anche perchè l'offerta è alta e i prezzi oggi sono accessibili. Se in passato ti avessero chiesto di che materiale volevi la tua casa avresti sorriso e perplesso avresti pensato: “Che domanda bizzarra..” Oggi, quando i nostri clienti ci contattano, ci dico, “noi vorremmo realizzare la nostra abitazione in legno.“

Martedì, 31 Luglio 2018 08:43

Bonus e agevolazioni fiscali

Bonus e agevolazioni fiscali

Avendo superato abbondantemente l'anno, ripercorriamo i bonus proposti quest'anno per le ristrutturazioni edilizie e non solo. A Febbraio 2018 l'Agenzia delle Entrate ha pubblicato la guida relativa ai bonus ristrutturazione 2018. Il documento raccoglie tutte le novità riguardanti gli interventi in cui è possibile richiedere detrazioni fiscali e agevolazioni. Una spiegazione dettagliata che chiarifica punto per punto gli aventi diritto e in che termini. L'agenzia delle Entrate ha pubblicato la guida sul sito internet e inoltre ha pubblicato un video su Youtube con tutte le spiegazioni del caso.


Il buonus ristrutturazione proposto quest'anno permette ai contribuenti residenti e non ad usufruire della detrazione fiscale. L'agevolazione è rivolta al proprietario dell'immobile ma non solo, anche i titolari di diritto qualora si prendessero a carico le spese di ristrutturazione, quindi i proprietari degli immobili, o chi ne ha nuda proprietà, locatari, usufrutto abitazione o superficie, soci di cooperative. Le categorie si allargano anche ai familiari conviventi e i parenti entro il terzo grado.


La detrazione dei lavori, riguarda manutenzione straordinaria e ristrutturazione edilizia, restauro e risanamento conservativo. La detrazione è del 50% fino ad una somma massima di detrazione pari a Euro 96.000,00 dal 01 gennaio 2018 al 31 dicembre 2018. I lavori riguardano sia le soluzioni unifamiliari e sia le ristrutturazioni per le parti in comune dei condomini. Le agevolazioni riguardano anche l'acquisto di posti auto di proprietà e box.


Il bonus e le detrazioni in questo ormai inoltrato 2018, riguardano anche il mobili e si potrà usufruire di uno sconto ulteriore pari al 50% sul montaggio e sul trasporto. Le agevolazioni fiscali permettono di incentivare gli investimenti, a riscontro di agevolare la ristrutturazione di edifici ormai fatiscenti e un'ulteriore messa in sicurezza deglli stabili.


Le agevolazioni fiscali negli ultimi anni, hanno portato ad invogliare un'economia schiacciata da un pressione fiscale molto forte. La possibilità di una piccola ripresa economica è avvenuta anche grazie alla conferma del governo data a fine/inizio anno. La possibilità di richiedere una detrazione per la ristrutturazione in campo di edilizia, per gli interventi del giardino, per l'acquisto dei mobili e per molti altri investimenti.


L'anno non è ancora finito e se avete necessità di effettuare degli interventi, approfondite la questione andando direttamente sul sito dell'Agenzia delle Entrate e cercate la Guida ai Bunus Fiscali 2018, potreste trovare quello che stavate cercando e questo prima che l'anno si concluda e non ci siano più le possibilità proposte.

Martedì, 24 Luglio 2018 15:42

L'estate è bellissima ma che caldo!

L'estate è bellissima ma che caldo!

Il caldo è sempre bello, ma a volte si potrebbe scegliere di stare ancor meglio, magari installando nel vostro giardino una piscina fuori terra, per rendere ancora più belli i fine settimana. Più volte abbiamo parlato del giardino, dell'importanza di uno spazio esterno, che permette di ampliare la casa e di godere di ulteriore metratura durante la bella stagione. Abbiamo più volte consigliato un bel barbecue per le cene in famiglia e/o con gli amici, oggi vi proponiamo un altro comfort che può giovare al vostro benessere, in particolare in questo periodo molto caldo. Soprattutto se le ferie non sono ancora in programma o se ve le siete già scordate. Per decidere di installare una piscina è necessario anche sapere come preparare il giardino. E' necessario individuare il punto in cui posizionare la struttura, ricordate sempre, che il luogo deve essere proporzionato agli spazi che avete a disposizione, una piscina troppo grande potrebbe non essere una piacevole soluzione se lo spazio è ridotto. Una volta determinate le misure e valuata la dimensione è corretto preparare il terreno.

L'erba del giardino dovrà essere accorciata, per evitare particolari incidenti si consiglia di posizione un piano grande un po' più della dimensione della piscina sulla quale appoggiare la struttura. Se la vostra idea è quella di non utilizzare un piano d'appoggio, dovrete pulire bene la zona, prima rasando l'erba, poi muovendo le zolle di terra e pulendo il tutto con il rastrello. Infine procederete perlustrando attentamente tutta la parte e controllando che non vi siano dislivelli che non permettono una corretta stabilità. Quindi attenzione che sia tutto in piano, perché se viene installata su un piano con dislivello le pareti potrebbero non reggere. Ora potete applicarvi con il montaggio della piscina. Le istruzioni riportate all'interno della cofezione d'acquisto, vi aiuteranno nell'impresa. Un consiglio prima dell'installazione e montaggio è quello di controllare che non cii siano alberi nelle vicinanze. Questo comporterebbe due situazione spiacevoli, la prima è che si sporcherebbe particolarmente l'acqua, l'altra è che rischiate di trovarvi in un orario con la piscina all'ombra e non c'è situazione più brutta di ritrovarsi coperti dal sole mentre si è in acqua, anche quando c'è molto caldo.

Ricordate che quando avrete deciso di montare la vostra piscina fuori terra, sarà necessaria la manutenzione. Sicuramente il negoziante in cui l'avete acquistata vi avrà suggerito i prodotti per il giusto mantenimento. Sarà quindi necessario acquistare un retino per lo sporco più superficiale, per raccogliere foglie o moscerini malcapitati. Si ricorda inoltre che oltre alla manutenzione ordinaria, il divertimento e il benessere, sarete responsabili della piscina e delle persone che entreranno, dovrete dunque monitorare la situazione, se la piscina non è grandissima evitate di fare tuffi o giochi pericolisi.

Giovedì, 19 Luglio 2018 14:50

Come salvaguardare l'ambiente parte 2

Come salvaguardare l'ambiente parte 2

Salvaguardare il nostro pianeta è la parola chiave per scegliere una vita salubre per noi stessi. Non tutte le risorse naturali sono rinnovabili e l'aumento esponenziale di richiesta da parte dell'uomo è cresciuto troppo. E' necessario correre ai ripari e cercare di cambiare le nostre abitudini al fine di salvare il pianeta. Non vuole essere una previsione drastica, ma l'atteggiamento poco attento dell'età del consumo ha rovinato ciò che naturalmente ci è stato donato. In poche parole, la grande richiesta e l'industrializzazione hanno portato al mancato rispetto dei ritmi naturali di crescita ed ora si deve riparare e si, si può! Si può fare, ogni singolo individuo lo deve al pianeta e a se stesso. Il mancato rispetto verso l'ambiente è stato percepito anche al singolo. Infatti la tendeza degli ultimi anni è quella di una vita fatta di prodotti biologici ed eco sostenibilità. Già nel precedente articolo abbiamo parlato di abitudini corrette da adottare. Essendo molto importante è giusto soffermarsi e scoprire quali sono i consigli da seguire.

La scelta del cibo, di cui solitamente non si parla, può portare giovamento. Scegliere con attenzione ciò che acquistiamo al supermercato, essere dei consumatori responsabili e soprattutto consapevoli delle vostre scelte. Acquistate prodotti solo se ne avete realmente bisogno, scegliete di mangiare meno carne e latticini. Vi state forse domandando cosa c'entra tutto questo? Dovete sapere che questi alimenti richiedono un elevato consumo di risorse per la produzione. Mangiare carne ogni tanto va bene, ma se potete limitarne il consumo potrebbe giovare a voi e al pianeta.
Il caffè d'asporto è il risultato della globalizzazione a cui non riuscite a resistere? Se potete però, scegliete di non utilizzare bicchieri usa e getta. Parlano sempre di scelte di cibo, cercate di scegliere prodotti locali e a chilometro zero. Questo vi permetterà di mangiare frutta e verdura di provenienza sicura ed eviterete il trasporto della merce, in questo modo si riduce l'impatto ambientale. Vi sarete accorti anche voi, di quanta carta produciamo con le confezioni e imballaggi. Evitate di acquistare merendine e alimenti imballati o cercate di preferire aziende che evitano eccessive confezioni.

Nella quotidianità, le abitudini sono difficili da cambiare. Fortunatamente è possibile, si può migliorare ed esistono moltisisme cose da fare che peremttono di rispettare l'ambiente, una volta che le vostre abitudini saranno cambiate vi sembrerà tutto molto semplice e naturale. Anche in casa come spesso abbiamo raccontato è possibile cambiare e migliorarsi, questo è possibile farlo anche all'interno del nostro giardino. Se avete spazio e passione, un'idea interessante potrebbe essere quella di fare un orto e coltivare verdura, piante aromatiche e frutta. Una volta che il vostro orto sarà avviato, potrete mangiare i vostri prodotti coltivati con passione e amore. Piantare nuove specie di alberi, può essere un nuovo inizio per lo sviluppo della flora nella tua zona e con la scelta di alcune particolari specie potresti attirare della fauna selvatica.
Se il vostro giardino lo permette individuate un punto in cui creare un'area compost. Tutto quello che verrà eliminato di organco anche in casa, come le bucce, il cibo i residui di verdura potranno essere buttate direttamente nel contenitore compost, potrete anche buttare la terra in eccesso, l'erba tagliata e le foglie raccolte.

Ci sono moltissimi siti internet che vi possono servire da tutorial per iniziare la vostra vita eco sostenibile. Tutti i vostri sforzi saranno presto ricambianti e vi sentirete meglio con la consapevolezza che potete sempre migliorare nel rispetto del pianeta.

Lunedì, 16 Luglio 2018 15:25

Come salvaguardare l'ambiente parte 1

Come salvaguardare l'ambiente parte 1

Il nostro pianeta è così bello e ci offre un'infinità di meraviglie e noi esseri umani così piccoli rispetto a ciò che ci circonda, siamo stati capaci, in pochissimo tempo di rovinare e sprecare rilevanti risorse che possono essere fondamentali per il nostro benessere, la nostra salute e la nostra vita. Chiunque di noi, si può fermare per un attimo ad osservare, comprendendo che ogni singolo individuo può fare qualcosa. Lo si può fare veramente, cambiando le abitudini che ci hanno portato a questo pianeta malato.

Il nostro pianeta è troppo bello per essere maltrattato e ogni giorno ci dona risorse vitali ed è giusto rispettarlo ed è giusto che i nostri figli possano vivere in un mondo ricco di risorse naturali, esattamente come lo abbiamo trovato e vissuto al nostro tempo.

Ridurre il consumo dell'energie e dell'acqua è un passo rilevante semplicemnte cambiando il modo di vivere in casa e in ufficio. Tutti gli strumenti elettrici presenti in casa e che non utilizzate vanno spenti. Evitare di lasciare accesse le luci quando non serve e se avete la possibilità impegnatevi a staccare anche le prese di corrente. Questo vi permetterà di giovarne anche nella bolletta alla fine del mese. Stendere la biancheria alla luce del sole, quando è possibile, piuttosto di avere un'asciugatrice, sarà sicuramente un po' più lento il processo ma i vostri vestiti e tessuti ne gioveranno. Ci sarà anche in questo caso un risparmio economico e un maggiore riguardo all'ambiente. Qualora questo non fosse possibile, pensate di accendere sia la lavatrice che l'asciugatrice a chiarico pieno. Un altro elettrodomestico di cui sarebbe meglio limitarne l'utilizzo è il climatizzatore, imparate a chiudere le finestre quando c'è caldo e se le stanze sono esposte a sud, viceversa, appena cala il sole e arriva il fresco della sera spalancatele, in questo modo avrete un climatizzatore naturale. Se decidete di utilizzare un climatizzatore cercate di impostare una temperatura corretta e non create un'ambiente gelido, utilizzate il climatizzatore mantenendo una temperatura equilibrata. Lo stesso ragionamento deve essere fatto anche per l'inverno, pensate a di mettere una coperta in più e coprirvi meglio durante l'inverno, non esagerate con climi tropicali all'interno della vostra casa. Il consumo di energia sarà notevolmente ridotto e anche le emissioni di CO2.

La raccolta differenziata ormai attiva nel vostro Comune permette il riciclo dei materiali come carta, vetro e metallo. Il consumo di carta, soprattutto per chi lavora negli uffici è un altra abitudine da cambiare, o meglio, riutilizzate i fogli già stampati, evitate stampe inutili e cercate di evitare i prodotti monouso, ad esempio in pausa pranzo utilizzare posate da lavare invece che quelle di plastica, utilizzate borsa della spesa in tessuto, provate a utilizzare batterie ricaricabili. Sembrano tutte banalità, ma le vostre scelte sono fondamentali per migliorare il pianeta.

Giovedì, 12 Luglio 2018 17:05

Energie rinnovabili

Energie rinnovabili

Le energie rinnovabili sono la risposta positiva all'eccessivo utilizzo di combustibili fossili, che sono energie sporche, energiche in via di esaurimento, energie che non possono essere utilizzate, continuamente, com'è successo nello scorso decenio, per il nostro pianeta e per noi stessi. I combustibili fossili sono il carbone, il metano, il gas, il petrolio. L'utilizzo ed i ritmi con la quale si sono utilizzati questi combustibili, hanno fatto riflettere sulla durata e per quanto ancora possa essere possibile per il pianeta resistere. La soluzione esiste, ed è una soluzione che rappresenta il presente e un futuro dal nome energia rinnovabile. La stima prevista per la durata di combustibili quali carbone e metano è di circa due secoli per quest'ultimo e un secolo per il carbone. Il petrolio inoltre, è un altro combustibile oggetto di molte discussioni e guerre. La sua durata sembra sia ipotizzabile da 5 anni a 30 anni. L'emissione inquinante di questa produttività, non è un bene per nessuno, non è un bene per la terra, non è un bene per l'uomo e neppure per l'emissioni inquinanti in atmosfera.

La necessità di ridurre l'emissioni di CO2, diminuire le emissioni dannose nell'atmosfera e nel contempo la domanda in crescita di energia, ha spinto alla ricerca di nuove energie rinnovabili. Le fonti di energia fossili sono limitate e facilmente esauribili, sono inquinanti e presenti solamente in alcuni paesi. I paesi nella quale sono presenti l'energie fossili, vivono pesanti tensioni politiche e sono in guerra. Inoltre le fonti di energia fossili sono pericolose da trasportare e l'incidenza dei costi è elevata. Fortunatamente oggi e per il nostro futuro ci sono le fonti di energia rinnovabile che sono il sole, l'acqua, la terra e il vento, fonti rinnovabili e illimitate. Queste energie sono pulite e non inquinano. Si possono trovare ovunque, non esiste trasporto e sono un ottimo investimento per il futuro. L'energia rinnovabile è semplicemente l'energia/elettricità prodotta dall'energie naturali, ovvero il vento, il sole, l'acqua e la terra. Incredibilmente è possibile trasformare questa energia naturale e mangiare, scaldarsi, illuminare e molto altro ancora senza nuocere al pianeta. Ci sono tutti i presupposti per migliorare a livello mondiale, soprattutto se anche i governi incentivano.

Di seguito elenchiamo quali sono i meccanismi che permettono di utilizzare energia rinnovabile e come funzionano esattamente. La terra viene raggiunta da 1 milione di milioni di Watt ovvero energia solare, un immenso flusso di energia, colpisce la terra e per poterne incanalarne anche solo una piccola parte, possiamo utilizzare diversi sistemi. Il più conosciuto è il fotovoltaico, composto da celle solari al silicio trasforma direttamente l'energia solare in elettricità. Il solare termico, scalda i liquidi tramite la pompa di calore. Il solare passivo è l'orientamento di un progetto attraverso la scelta di determinati materiali e l'orientamento dell'architettura per permettere di accumulare più luce e più calore. Il solare a concentrazione si occupa, attraverso un sistema di specchi di incanalare il calore trasformandolo in acqua verso caldaie specifiche. Di questi sistemi, si compiono passi da gigante, sono macchinari in continua evoluzione e di elevatissima tecnologia.

Per quanto rigurada il vento, esistono sistemi eolici che si possono adattare al territorio, perchè come già sappiano, l'Italia è un paese che si differienza moltissimo climaticamente parlando. Impianti eolici di terra ferma, impianti eolici off-shore che gestisco i venti del mare, mini – turbine che vengono integrate nei progetti di edifici e i più importanti architetti di fama mondiale utilizzano. Solamente la forza naturale del vento in fusione con la nuova tecnologia può fornire energia pulita a tutto il mondo. Oltre al vento l'acqua e la terra sono altri importanti elementi.

Le fonti rinnovabili associate alla tecnologia, permetteranno al nostro pianeta di essere nuovamente pulito e rispettato.

Lunedì, 09 Luglio 2018 10:42

Plastica

Plastica

I materiali prodotti e più diffusi dall'uomo sulla terra sono l'acciao, il cemento e la plastica. Proprio su quest'ultimo materiale ci soffermiamo. I dati della produzione di platica degli ultimi 70 anni non sono affatto rassicuranti, ma ciò che che lo è ancor meno è che questo materiale una volta utilizzato viene “buttatto” e nonostante esso sia diventato rifiuto e gettato in discarica una buona parte resta ancora sulla terra, nell'ambiente in cui viviamo, nei mari e negli oceani arrivando a contaminare aree lontano come i ghiacciai polari. I numeri presentati dal WWF sono al quanto preoccupanti 25milioni di tonnelate prodotte ogni anno in Europa e solo il 30% è materiale recuperato per essere riciclato.

Non possiamo più permetterci di non rispettare il nostro pianeta. L'ambiente ha bisogno di essere aiutato e la plastica è una delle primissime questioni a cui dare importanza. La Commissione Europea per questo motivo ha preso in mano la situazione e cerca soluzioni che migliorino l'attuale situazione. Una delle proposte arrivate dalla Commissione è quella del riciclo degli imballaggi.

L'Italia nei mesi scorsi è intervenuta sui sacchetti di platica monouso nei supermercati. L'idea della Commissione Europea è quella di trasformare la produzione di plastica in senso circolare ovvero di reiciclare. Ad oggi, ciò che viene prodotto ha un percorso lineare che parte con la nascita del prodotto, la vita ed infine morte del prodotto.

Una buona notizia per l'ambiente è la strategia sulla plastica, ciò che si vuole fare è permettere al prodotto di rivivere in un'altra forma con il riciclaggio, potrà realmente negli anni (Il progetto è di completare il percorso nel 2030), divenire realtà. I finanziamenti non mancheranno per agevolare la manovra. Aumentando la “raccolta” della plastica, si potranno creare nuovi impianti e il perfezionamento degli impianti esistenti, si potranno diffondere in tutta Europa. L'obiettivo è il raggungimento del 100% di riutilizzo del materiale recuperato. Questo procedemento e questa evoluzione riguarderà tutti gli imballagi di platica in tutta l'Unione Europea.

L'obiettivo principale ora, è quello di migliorare la raccolta differenziata. Più gli impianti saranno efficienti e più sarà semplice rispondere con grandi numeri. Un modello da poter esportare negli altri paesi dell'Unione. Una sfida importante, un obiettivo che viene apprezzato dalle associazioni per l'ambiente. Un impegno per il pianeta.

E' giusto avviare una campagnia di sensibilizzazione, è corretto l'impegno del singolo cittadino ma anche l'investimento economico, di grandi aree di riciclaggio funzionati che possano raggiungere grandi numeri e nuove possibilità di risoluzione al grande problema chiamato platisca.

Pagina 1 di 43