Arredare Bio

Come più volte ribadito la bioedilizia ha come scopo la realizzazione di case ecologiche e rispettose nei confronti dell’uomo e dell’ambiente, in grado di limitare l’impatto ambientale.

Le case prefabbricate in legno sembrano essere un’ottima soluzione per coloro che appoggiano l’architettura e l’edilizia sostenibile, e anche se non sempre è possibile progettare strutture di questo tipo, nulla impedisce di adottare alcuni piccoli accorgimenti al fine di migliorare la vita all’interno delle nostre case, iniziando per esempio con il bio-arredamento.

 

Una casa naturale è una casa semplice, ma allo stesso tempo può risultare accogliente e confortevole se arredata con gusto e buon
Probabilmente sarà necessario rinunciare ad alcune colorazioni e lavorazioni molto sofisticate, che solo attraverso l’impiego di materiali plastici o metallici sarà possibile ottenere, ma grazie all’uso del legno, delle pietre e fibre naturali si potrà garantire bellezza e parricolare fascino all’abitazione.

 

L’arredamento eco sostenibile predilige materiali totalmente naturali, assemblati senza alcun collante tossico e trattati con vernici naturali, affinché non si producano fonti di inquinamento all’interno dell’abitazione, garantendo un’ottimale qualità dell’aria.
E’ doveroso ricordare che naturale non sempre significa ecologico, perciò è necessario prestare attenzione e scegliere sempre prodotti controllati e certificati, realizzati con basso dispendio di energia, pertanto tra i materiali più ricercati ci sono i legnami, in particolare il rovere, il noce e il ciliegio, facilmente riciclabili e ideali per arredare ambienti come il bagno e la cucina.
Per quanto riguarda le pitture, quelle ideali sono naturali, ad acqua, in grado di consentire una buona traspirazione delle pareti, evitando la creazione di una cattiva qualità dell’ambiente, che rischierebbe di provocare disturbi come allergie, mal di testa e malessere.
Per il pavimento invece, prediligere parquet di legni certificati, possibilmente ad incastro per evitare l’uso di colle che potrebbero contenere sostanze nocive.

Tra i materiali più caratteristici e particolari, tipici dell’arredamento bio, troviamo il bambù, pianta molto resistente, di facile coltivazione, biodegradabile al 100% che offre la possibilità di creare diverse soluzioni molto originali, ideali sia per il giardino, sia per gli ambienti interno.
Ma oltre al bambù, un altro materiale ideale per l’arredamento ecologico è il cartone, che si presta alla realizzazione di mobili, giochi e vari complementi d’arredo totalmente ecologici e riciclabili.

 

Rispondi

Continua a leggere